Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 98.060.208
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
polveri sottili
Valore limite: 50 µg/mc
indice del 15/09/20

Merate: 36 µg/mc
Lecco: v. Amendola: 31 µg/mc
Lecco: v. Sora: 24 µg/mc
Valmadrera: 28 µg/mc
Scritto Sabato 14 marzo 2020 alle 18:57

L'utilità dei Parchi per il nostro territorio

Le immagini riportate fanno riferimento a dei lavori eseguiti il località Cepòn, Olginate.
Si tratta di interventi di "sistemazioni idraulico-forestale estensiva su versante" come riportato dal cartello.
E sempre il cartello ci ricorda che il committente dei lavori è il Parco Regionale di Montevecchia e valle del Curone che, avendo in gestione il territorio del Plis del Monte di Brianza grazie ad una convenzione, ha ottenuto a seguito di un bando dedicato, finanziamenti per circa 70 mila euro. Peccato solo che subito dopo l'amministrazione di Olginate non abbia voluto conferire il proprio territorio nel Parco del Curone secondo quanto previsto da una legge di riforma delle aree verdi. E non solo perché in questo periodo stiamo assistendo alla possibilità che molti paesi riescano a veder realizzati molti progetti proprio grazie ad una aggregazione temporanea di Parchi del territorio, confluiti nel "GAL Quattro Parchi Lecco e Brianza" che, insieme ad altri Enti ed associazioni, stanno proponendo una serie di progetti per intercettare i finanziamenti messi a disposizione della Comunità Europea dedicati allo sviluppo rurale.

 

Ecco che allora, ove le istanze presentate dovessero avere successo:
- Olgiate Molgora potrebbe vedere sistemata la mulattiera che sale a Monasterolo con il consolidamento dei muri a secco che la fiancheggiano;
- Valgreghentino punterebbe a sistemare parte dello storico acciottolato che sale alla frazione Dozio e avere un nuovo mezzo per il trasporto disabili;
- Colle Brianza potrebbe finalmente concludere la ristrutturazione dei rustici annessi allo storico Palazzo Gambassi.
Tutti progetti finanziariamente impegnativi, tanto da essere rimasti "sogni nel cassetto" di molte amministrazioni e realizzabili proprio grazie ad una unione di Parchi che consente di ottenere maggiori punteggi nelle graduatorie dell'aggiudicazione dei fondi.
Questo solo per citare gli esempi più vicini a noi.
Dunque qualcuno è ancora disposto a dichiarare l'inutilità dei PARCHI? Oppure qualcun altro è ancora disposto a puntare sulle associazioni e il volontariato per la gestione del territorio come se questa si esaurisse con la sola pulizia dei sentieri?
Per dare a Cesare quel che è di Cesare!
Associazione Monte di Brianza
© www.leccoonline.com - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco