Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 86.696.757
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
Scritto Martedì 24 marzo 2020 alle 12:25

Lecco: la preghiera di don Davide a San Nicolò davanti alla statua a lago

Si è affidata a Lui durante carestie, invasioni, epidemie e guerre, supplicandolo nel momento della sofferenza e celebrandolo in quelli di gioia: quest’oggi la città di Lecco è tornata a invocare San Nicolò chiedendo – tramite il Prevosto Monsignor Davide Milani – la sua intercessione per tutti i defunti, i malati, il personale medico e infermieristico e tutti coloro che stanno operando da giorni per alleviare gli effetti drammatici di questa emergenza sanitaria. La preghiera è stata recitata presso la statua del patrono sul lago, in Piazza Stoppani, alla presenza del sindaco di Lecco Virginio Brivio.



“Mai come ora sentiamo il bisogno della protezione di San Nicolò” ha dichiarato don Davide, sulla riva insieme a don Filippo Dotti. “Ricorriamo a Lui e a tutti i Santi – e in particolare a quelli a cui sono dedicati le nostre chiese – in questo momento di prova per la nostra città, per la Lombardia, per il mondo intero: loro hanno vissuto con Cristo presente, facendolo diventare testimonianza per gli altri. Chiediamo quindi loro di farci vedere dove sta Dio, di farci percepire la sua presenza consolante vicino a noi, come un padre di fianco ai suoi figli”.



Il breve rito è iniziato con la lettura di un brano del Vangelo “che ci raccomanda di non sprecare parole”. “Preghiamo per i nostri morti, per le persone sole, lontane dalle proprie famiglie, per il personale sanitario, per le istituzioni che – unite – stanno facendo di tutto per soccorrere i cittadini in difficoltà” ha proseguito il Prevosto. “La paura passa se siamo certi di avere una presenza amica, paterna, di fianco a noi: è il momento di restare uniti, di dare ciascuno il proprio contributo civile e spirituale. La nostra città ora è una cosa sola, ha un corpo e un’anima uniti”.


Don Davide Milani e don Filippo Dotti

Dopo l’invocazione ai Santi, la preghiera del Padre Nostro e dell’Ave Maria, don Davide ha impartito la sua benedizione alla comunità di Lecco, dando appuntamento a tutti a martedì prossimo, 31 marzo, nel rione di Chiuso, dove è in programma un rito analogo davanti al Beato Serafino Morazzone. Domani, mercoledì 25, alle 21.30, sarà invece celebrata una S. Messa nella Basilica di San Nicolò in suffragio di tutti i defunti di questi giorni.
© www.leccoonline.com - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco