• Sei il visitatore n° 164.333.422
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
Scritto Domenica 29 marzo 2020 alle 12:23

Il liceo G.B. Grassi dice addio al professor Damiani, 'rinnovò l'insegnamento di fisica'

Il Liceo Grassi di Lecco saluta Rodolfo Damiani, a lungo parte del proprio corpo docenti, mancato nella serata di venerdì 27 marzo. Laureato in Fisica, nel 1974, con una tesi sulla massa mancante negli ammassi delle galassie, già nel 1978 sale in cattedra, al liceo scientifico cittadino dove continua a insegnare fino al traguardo della pensione. All'attività in classe alterna il ruolo di "scienziato" e divulgatore nonchè di saggista con la pubblicazione di diverse opere tra le quali "La Relatività. Lo Spirituale nella Scienza, per i tipi" edito da Marna con la seconda edizione, ampliata e riveduta nel 2007, arrecante una prefazione firmata dal Professor Bergia, uno dei massimi esperti mondiali di didattica e storia della relatività nonchè curatore di uno dei volumi dell'Opera Omnia di Einstein per conto della dell'Università di Princeton.

Rodolfo Damiani

Damiani interviene poi più volte sul tema dell'insegnamento della Fisica Nuova, quella relativistica nonchè, da "filosofo moderno", sul rapporto tra fisica e spiritualià e tra la cultura occidentale e quella orientale."Uomo curioso e libero nel pensiero, ha lasciato l'insegnamento nel nostro liceo nel 2011, dopo molti anni di fertile lavoro. Il suo contributo nel rinnovamento del percorso didattico della fisica al Grassi è stato significativo ed è ormai consolidato" ricordano i colleghi del liceo lecchese, riproponendo una citazione del professore, tratta da un seminario tenuto dallo stesso nell'anno del ritiro: "La nostra finestra antropocentrica, antropomorfa, antropogenica, antropologica, ecc., non è per niente trasparente. Al contrario, è peggio di un vetro smerigliato e deformato soprattutto dalla nostra cultura, dal nostro paradigma di pensiero dominante, cioè dai nostri pregiudizi. Sono solo essi a renderci difficile da comprendere ciò che è come è, affinché il mondo sia così facile da viverci!".
Residente a Olginate, docente anche all'Università della terza età di Erba, lascia moglie e figlia.
© www.leccoonline.com - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco