Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 118.556.677
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
polveri sottili
Valore limite: 50 µg/mc
indice del 08/04/2021
Merate: 21 µg/mc
Lecco: v. Amendoa: 13 µg/mc
Lecco: v. Sora: 15  µg/mc
Valmadrera: 12 µg/mc
Scritto Giovedì 09 aprile 2020 alle 08:48

Mandello: padre Marazzi scrive da Hong Kong, 'una Pasqua per pensare agli altri'

Padre Mario Marazzi
Abbiamo raggiunto nella sua Hong Kong presso la House del Pime il Pontifico Istituto Missioni Estere, padre Mario Marazzi, mandellese.
Dopo dieci anni di lavoro presso la locale ditta ICMA, a ventiquattro anni veste l'abito talare e nel 1960 a trentadue si imbarca a Genova sulla nave che lo porterà in Cina. Impara il non facile cantonese, dieci anni li dedica, già settantacinquenne, presso una casa famiglia di Guangzhou che accoglie disabili mentali.
Nel suo curricula ministeriale un rientro in Italia durato quasi vent'anni nel 1980 dove a Milano presso della Casa Madre allestisce il Museo diocesano.
Queste le sue parole prontamente inviate in Italia nella sua Mandello. “Grazie alla diffusione capillare dei mezzi di comunicazione tocchiamo con mano, per cosi dire, la realtà della globalizzazione: siamo tutti fratelli e sorelle della grande famiglia umana! In questo tempo di pandemia (pan=tutto, demos=popolo) cioè una epidemia a larghissima estensione, senza limiti di regione o di continente, scopriamo un altro aspetto della globalizzazione, cioè quello, della solidarietà. In questi giorni molti amici cinesi si sono fatti avanti chiedendoci notizie dei nostri cari in Italia. Non solo, ma hanno mostrato preoccupazione concreta donandoci abbondanti mascherine da spedire alle persone bisognose. Siamo vicini alla festa di Pasqua. Per il popolo ebraico Pasqua è stato il passaggio dalla schiavitù alla libertà, per noi credenti è il passaggio da una vita cosi ad una vita nuova in Cristo. Aiutare persone che vivono migliaia di chilometri lontano donando loro qualcosa che li aiuti a conservare la salute è un piccolo segno di cambiamento. Il passaggio dal pensare solo a sé alla preoccupazione degli altri”.
Al.Bot.
© www.leccoonline.com - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco