Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 114.876.378
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
polveri sottili
Valore limite: 50 µg/mc
indice del 07/03/2021
Merate: 30 µg/mc
Lecco: v. Amendola: 24 µg/mc
Lecco: v. Sora: 27 µg/mc
Valmadrera: 24 µg/mc
Scritto Mercoledì 15 aprile 2020 alle 11:47

Politecnico: 2^ borsa di studio alla memoria di Samuele Riva

Samuele Riva
Seconda edizione per la borsa di studio in memoria di Samuele Riva. La famiglia ha infatti nuovamente deciso di sostenere negli studi universitari un ragazzo che rispecchia i requisiti del bando. Samuele, classe 1997, è venuto a mancare nel novembre 2018: abitava a Suello con i genitori e, dopo essersi diplomato al liceo scientifico Galileo Galilei di Erba, aveva deciso di iscriversi al corso di laurea triennale in ingegneria al Politecnico di Lecco dove però non è riuscito a terminare il percorso in quanto un male piuttosto raro lo ha strappato anzitempo all’affetto della famiglia. Mamma Mariagrazia e papà Luigi, già lo scorso anno, misero a disposizione una somma per aiutare un giovane nello studio e anche quest’anno hanno manifestato la medesima volontà. “Questa borsa di studio è stata istituita in memoria di Samuele per dare la possibilità a uno studente con caratteristiche di qualità di proseguire con gli studi. Lui era studente alla facoltà di ingegneria civile e ambientale e avrebbe dovuto laurearsi. Negli ultimi giorni della malattia, l’ambiente universitario è stato un po’ il suo rifugio: gli spettava un esame e il docente era pronto a seguirlo in ospedale, ma la malattia poi aveva avuto il sopravvento. Questo per dire la sua passione per lo studio, che non era cessata nemmeno quando non stava bene” ha spiegato la zia Luisa Valsecchi, architetto e docente presso l’ateneo lecchese. “C’erano diverse modalità per offrire sostegno ma noi abbiamo scelto questa sul corso di laurea che aveva scelto lui per essere legati e dare continuità al suo percorso. Vogliamo che ci sia un ricordo di lui che amava la cultura, a maggiore ragione in questo periodo di incertezze”.
Il bando, di duemila euro, è aperto a favore di uno studente regolarmente iscritto al corso di laurea triennale in ingegneria civile e ambientale o ingegneria civile per la mitigazione del rischio che abbia acquisito, entro il 22 febbraio, un numero minimo di crediti a diversi dell’anno di iscrizione (18 crediti per gli immatricolati per la prima volta nell’anno accademico 2019/2020; 78 crediti per gli studenti del secondo anno e 140 per coloro che sono iscritti all’ultimo anno accademico). I candidati dovranno presentare domanda di partecipazione sui servizi online del Politecnico entro le 12 di venerdì 8 maggio.
L’assegnazione della borsa di studio è deliberata in base ad una graduatoria stilata dalla Segreteria Studenti del Polo territoriale di Lecco. La graduatoria di merito sarà formulata attribuendo peso del 70% alla media pesata e 30% ai crediti acquisiti. la borsa di studio non è cumulabile con altre forme di aiuto economico erogate dal Politecnico o da altri enti pubblici o privati per l’anno accademico di riferimento del presente bando. La borsa di studio è invece cumulabile con i contributi per la mobilità internazionale erogati dal Politecnico o da altri soggetti pubblici o privati. La borsa è altresì cumulabile con gli esoneri dalle tasse e contributi universitari.
M.Mau.
© www.leccoonline.com - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco