Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 137.696.129
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
Scritto Giovedì 07 maggio 2020 alle 19:27

Scarica di sassi sopra la ss36 a dicembre: morto l'operaio travolto

Una foto scattata il giorno dell'infortunio e un bel ritratto sorridente di Bortolo Belingheri

Ha resistito 5 mesi: è mancato ieri, mercoledì 6 maggio, Bortolo Belingheri, il rocciatore colpito da una scarica di sassi mentre, lo scorso dicembre, stava installando una rete paramassi sul costone di roccia che sovrasta la ss36, tra Lecco e Abbadia.
L'infortunio si era verificato di prima mattina, con l'allarme scattato attorno alle 8.20. All'arrivo dei soccorritori, le condizioni del 49enne erano apparse fin da subito gravissime: portato a valle con l'ausilio dei vigili del fuoco, era stato trasferito all'Ospedale Manzoni di Lecco e poi trasferito al Briolini di Gazzaniga. Ieri il tragico epilogo.
Residente a Schilpario in provincia di Bergamo, appassionato di montagna tanto da tenere anche corsi di sci, Bortolo Belingheri lascia la moglie e tre figli.
© www.leccoonline.com - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco