Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 89.981.852
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
Scritto Mercoledì 20 maggio 2020 alle 09:13

Pescate-Garlate: persiste l'obbligo di mascherina sulla ciclabile

È stata prorogata fino al 14 giugno prossimo l'ordinanza del sindaco di Pescate che obbliga tutti i frequentatori della ciclopedonale e dei parchi a lago ad utilizzare la mascherina a copertura di naso e bocca, anche quelli che praticano attività sportiva intensa, che la Regione ha invece esonerato. Un provvedimento che aveva generato polemiche tra i corridori, i ciclisti e lo stesso primo cittadino, che però lo ha mantenuto convintamente per tutelare cittadini e fruitori dei parchi. L'ordinanza era stata condivisa anche con il sindaco di Garlate, "nel solco di una bella collaborazione che ci accomuna da anni - sottolinea Dante De Capitani - pur avendo orientamenti politici diversi".



"E quindi caro corridore, se vuoi correre da noi senza mascherina te ne vai sui sentieri del monte Barro o sulla strada provinciale, e non su una pista a lago larga due metri o poco più, alitando in faccia alle persone che ti passano a fianco": questo il messaggio che il borgomastro di Pescate, in accordo con il collega di Garlate, intende trasmettere con il provvedimento in questione, per "rinforzare" il quale ha ulteriormente incrementato la segnaletica con nuova cartellonistica per chiedere ai cittadini di redarguire i trasgressori senza mascherina, "perché potrebbero contagiare loro in primis".
© www.leccoonline.com - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco