Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 119.144.294
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
polveri sottili
Valore limite: 50 µg/mc
indice del 15/04/2021
Merate: 17 µg/mc
Lecco: v. Amendoa: 11 µg/mc
Lecco: v. Sora: 10 µg/mc
Valmadrera: 11 µg/mc
Scritto Martedì 02 giugno 2020 alle 08:53

Lecco: il sostituto procuratore Laura Siani trovata priva di vita nel suo appartamento


La dottoressa Laura Siani (foto Tgcom)

Macabra scoperta nella tarda serata di ieri, 1 giugno, in un appartamento affacciato sulla centralissima via Cavour a Lecco. E' stato rinvenuto il corpo senza vita della dottoressa Laura Siani, sostituto procuratore entrato in servizio solo da qualche mese in città. Classe 1976, dopo l'esperienza maturata a Lodi e dopo aver trascorso gli ultimi due anni a Palermo, in Procura era andata a riempire la “casella” lasciata libera dalla collega Silvia Zannini, trasferitasi a Parma dall'estate scorsa. Per lei si era trattato di un ritorno "a casa". Nata a Sesto San Giovanni era infatti cresciuta nel nostro territorio dove il fratello, Giorgio Siani, ingegnere con la passione per la politica, è stato anche sindaco di Mandello.
A rinvenire intorno alle 20 di lunedì sera il cadavere del magistrato nella sua abitazione al primo piano in centro città è stato - come ha riferito lui stesso - il collega sostituto procuratore Paolo Del Grosso, insospettitosi dopo che la dottoressa Siani non si era presentata al lavoro e non rispondeva al telefono.
''Tramite i condomini e i proprietari dell’appartamento, sono riuscito dopo vari tentativi ad entrare da una porta finestra e ho rinvenuto il cadavere della povera collega. Ho poi comunicato la notizia ai colleghi, ai Carabinieri e al medico dott. Tricomi, che sono tutti giunti successivamente sul posto''. il suo commento. ''Noi tutti piangiamo ora una collega brava, molto disponibile e molto attaccata al lavoro, che ci ha lasciato un dolore irreparabile''.
In posto oltre ai carabinieri e a una volante della Questura si è altresi precipitato il Procurato Capo Antonio Angelo Chiappani, residente a poca distanza.
Da chiarire le circostanze del decesso. Non si esclude possa essersi trattato di un gesto volontario.
© www.leccoonline.com - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco