Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 93.242.696
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
polveri sottili
Valore limite: 50 µg/mc
indice del 12/07/20

Merate: 12 µg/mc
Lecco: v. Amendola: 9 µg/mc
Lecco: v. Sora: 7 µg/mc
Valmadrera: 9 µg/mc
Scritto Giovedì 04 giugno 2020 alle 12:50

Una carezza al funerale del papà: Bodega ricorda Laura Siani, ''ragazza dolcissima''

“Laura era una ragazza dolcissima. Mi spiace tantissimo per l'accaduto, sono cose che non ti aspetti e che si fatica davvero a comprendere”. A parlare è Lorenzo Bodega, già sindaco di Lecco tra il 1997 e il 2006. E proprio ai primi anni trascorsi a Palazzo Bovara risale la conoscenza con la giovane donna poi diventata magistrato, trovata senza vita nell'appartamento recentemente preso in affitto in via Cavour, in pieno centro città, dopo il trasferimento, a marzo, dalla Procura della Repubblica di Palermo a quella di Corso Promessi Sposi. “Per qualche mese, non di più, ha lavorato in Comune, se non ricordo male all'assessorato all'Ambiente con il mio compianto assessore Carlo Castelli. Studiava, forse ancora giurisprudenza o forse già per il concorso in magistratura. Era bravissima e intelligentissima già allora, si capiva che di strada ne avrebbe fatta”.

Giorgio Siani, Lorenzo Bodega e Laura Siani in una foto scattata a teatro sul finire degli anni '90

Assegnata in prima nomina a Lodi, la dottoressa Siani era poi approdata nella ben più lontana Palermo, optando, solo tre mesi fa, per andare ad occupare il posto rimasto vacante a Lecco dopo la partenza della collega Silvia Zannini. Un ritorno a casa il suo, riavvicinandosi ai fratelli, Carlo e Giorgio, entrambi residenti in città. E' proprio tramite quest'ultimo che lo stesso Lorenzo Bodega aveva mantenuto – pur a distanza – i rapporti con Laura. “Io e Giorgio siamo legatissimi, ci incontriamo tutte le settimane e spesso mi parlava della sorella. Io l'avevo rivista in ospedale, al capezzale della madre che era nella stessa stanza della moglie di un altro mio amico architetto. Si prendeva cura della mamma con affetto. Al funerale del papà, invece, il noto musicista Dino Siani, tre anni fa nella chiesa di Acquate, mi si era avvicinata dandomi un'inaspettata carezza. Molto riservata, come ci sia aspetta da una persona nella sua posizione, era rimasta la stessa ragazza dolcissima che avevo conosciuto anni prima. Lei stessa al termine della funzione aveva presto la voce ad un ricordo del padre, con estrema delicatezza”.
Ancora da fissare la data dell'ultimo saluto alla dottoressa Siani, in attesa degli esiti dell'esame autoptico disposto sulla salma. All'ex sindaco Bodega resta però un caro ricordo della giovane Laura: una foto scattata a teatro, in occasione di una prima, tra l'amico Giorgio, allora primo cittadino di Mandello del Lario e la futura PM, con un radioso sorriso.
Articoli correlati:
02.06.2020 - Lecco: il sostituto procuratore Laura Siani trovata priva di vita nel suo appartamento
Luisa Biella
© www.leccoonline.com - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco