Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 104.691.484
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
polveri sottili
Valore limite: 50 µg/mc
indice del 29/11/20
Merate: 55 µg/mc
Lecco: v. Amendola: 38 µg/mc
Lecco: v. Sora: 35 µg/mc
Valmadrera: 43 µg/mc
Scritto Martedì 23 giugno 2020 alle 18:49

Il prolungamento della tangenziale est fino a Olginate 'prioritario' anche per Ance Lombardia

Mauro Piazza e Mattia Micheli
C'è anche l'allungamento della tangenziale Est fino a Olginate tra le sette opere che il presidente di Ance Lombardia, dopo una fitta interlocuzione con i territori di riferimento, ha indicato come strategiche per il nostro territorio nell'intervista rilasciata quest'oggi al quotidiano di Confindustria. Una ricetta, quella proposta da Luca Guffanti, numero uno dei costruttori della Regione, che ha il sapore del pragmatismo di chi è ben consapevole che la Lombardia, dopo la "botta" inflitta dal coronavirus, deve continuare a tenere il passo per riaffermarsi motore del Paese e competitor di pari livello con le aree più avanzate di Francia e Germania.
E la ripresa deve passare necessariamente dagli investimenti, per migliorare in primis le infrastrutture, ferroviarie e della rete stradale. "Il tracciato aprirebbe per il lecchese uno scenario di collegamento veloce con il sistema autostradale, anche in vista delle Olimpiadi 2026" riconosce circa l'estensione della Est il Presidente Guffanti, rilanciando una proposta su cui la Provincia è tornata a lavorare, con il sostegno della Regione.
“Il veder inserito il prolungamento della Tangenziale nelle sette opere strategiche da parte di Ance Lombardia, come scritto autorevolmente oggi dall’edizione odierna del Sole 24 ore testimonia come questo progetto sia di ampio respiro e utile non solo per il territorio lecchese, ma anche per l’intera Lombardia e questo non può che riempirci soddisfazione” affermano il Consigliere regionale Mauro Piazza e il Consigliere provinciale delegato alla viabilità Mattia Micheli.
“Questo riconoscimento conferma che il lavoro di approfondimento del progetto che il Consiglio Regionale ha chiesto alla Giunta anche attraverso l’impegno diretto delle strutture tecniche delle sue aziende partecipate è un passo fondamentale per la realizzazione dell’opera. Un lavoro in fase di svolgimento, al quale si affianca l’impegno dell’assessore Terzi e dal sottosegretario Rossi volto a individuare e promuovere le necessita infrastrutturali del territorio, anche in prospettiva dei giochi olimpici” spiega Piazza.
“La Provincia di Lecco ha impostato a livello territoriale un approfondimento anche a seguito delle sollecitazioni dei principali attori economici locali che è stato condiviso in sede di programmazione urbanistica territoriale tra i Comuni dell’area.” – continua Mattia Micheli – “Questo lavoro si affianca a quello già avviato dall’ente provinciale con la definizione delle principale opere pubbliche da realizzare in vista dell’evento olimpico e già condivise con Regione Lombardia, Ministero delle Infrastrutture e Anas”.
“Le Olimpiadi Milano-Cortina 2026 sono un’occasione che come territorio non possiamo e non dobbiamo sprecare per lo sviluppo delle grandi infrastrutture strategiche che per far si che il nostro territorio possa sviluppare a pieno tutte le sue potenzialità” concludono Piazza e Micheli.
© www.leccoonline.com - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco