Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 104.013.220
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
polveri sottili
Valore limite: 50 µg/mc
indice del 22/11/20
Merate: 32 µg/mc
Lecco: v. Amendola: 28 µg/mc
Lecco: v. Sora: 25 µg/mc
Valmadrera: 26 µg/mc
Scritto Martedì 13 gennaio 2015 alle 18:14

Carenno: strada stretta per i soccorritori La minoranza attacca, Pigazzini rassicura

Il tratto stretto di via Manzoni
E' una criticità nota tempo ma che ogni volta che si ripresenta, vista anche la concitazione del momento, suscita sempre molta apprensione: a Carenno l'ambulanza fa fatica ad attraversare via Manzoni, a causa di alcuni restringimenti della carreggiata.
L'ultimo caso, secondo quanto denunciato dalla lista di minoranza "Carenno protagonista", si sarebbe verificato proprio in questi giorni: giunti sul posto a sirene spiegate per un malore, i soccorritori hanno dovuto lasciare il proprio mezzo prima della strettoia, percorrendo cosi a piedi gli ultimi metri di strada, caricandosi in spalla anche il defibrillatore e tutto il materiale necessario.
"Alcuni concittadini ci hanno portato a conoscenza dell'ennesima autoambulanza bloccata nell'ultimo tratto di via Manzoni. E' successo ancora una volta e ancora una volta i paramedici e i volontari di servizio bloccati all'imbocco dell'ultimo tratto di strada, hanno dovuto prendere tutto il materiale sanitario (defibrillatore compreso) e dirigersi a piedi e di corsa verso l'ultimo blocco di case" hanno spiegato gli esponenti della lista civica espressione della minoranza. "Non vogliamo assolutamente immaginare cosa possa accadere nel caso in cui un incendio divampi in quella zona. Se non passa un autoambulanza, non vediamo come possa passare un autopompa dei vigili del fuoco. Per questo crediamo che l'allargamento dell'ultimo tratto di via Manzoni, sia quanto mai indispensabile".
Da noi interpellato il primo cittadino Luca Pigazzini ha voluto fare alcune precisazioni in merito: "non è corretto dire che l'ambulanza sia rimasta bloccata: la strada è sicuramente stretta, e lo è da sempre, ma i mezzi e le automobili riescono comunque a passare. In questo caso specifico l'autista - che probabilmente non conosceva la zona - ha preferito fermarsi prima, temendo forse non ci fosse dunque spazio adeguato anche per fare manovra, che invece c'è" ha specificato il Sindaco, tranquillizzando poi i residenti: "in caso di incendio lungo la via ci sono tutti gli idranti del caso, per intervenire a dovere".
Sembrerebbe inoltre che per i soccorritori, impegnati nello "sfortunato" intervento citato dall'opposizione, si sia verificato un ulteriore imprevisto: improvvisamente si sarebbe scaricata la batteria dell'automedica giunta sul posto, ripartendo solo grazie all'aiuto di un cittadino, che ha ridato energia al mezzo collegandola con i cavi elettrici alla propria auto. Questo ovviamente però sarebbe potuto succedere in via Manzoni come in qualsiasi altro angolo del lecchese.
P.V.
© www.leccoonline.com - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco