Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 118.557.927
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
polveri sottili
Valore limite: 50 µg/mc
indice del 08/04/2021
Merate: 21 µg/mc
Lecco: v. Amendoa: 13 µg/mc
Lecco: v. Sora: 15  µg/mc
Valmadrera: 12 µg/mc
Scritto Mercoledì 24 giugno 2020 alle 18:22

Ferma il treno per far salire un'amica, signora finisce a processo

Due processi distinti, la stessa ambientazione. La notizia corre sulla linea ferroviaria MI-LC-SO. Due diversi viaggi in treno sono approdati quest'oggi all'attenzione dei giudici del Tribunale di Lecco. In un caso il procedimento penale si è chiuso, nell'altro appena aperto (con un mero rinvio). Nel primo caso un soggetto extracomunitario ha rimediato una condanna a 5 mesi per aver fornito false generalità ad un operatore di Trenord che lo aveva pizzicato senza il biglietto. Invece di metter mano al portafogli, pagando il dovuto aveva optato per la multa fornendo però al controllore un nome ed un cognome non veritieri. Smascherato, il caso è passato dal vagone all'Aula. Stessa sorte per il fascicolo aperto dopo un'azione sopra le righe messa in atto da una signora: salita a bordo di uno dei diretti che quotidianamente collegano Lecco con il capoluogo meneghino, la donna avrebbe azionato il freno d'emergenza mentre il treno si apprestava a lasciare la stazione per consentire ad un'amica di rimasta sulla banchina di salire in carrozza. Interruzione di pubblico servizio il reato a lei ascritto con la viaggiatrice tacciata altresì di essersi rifiutata di fornire, in prima battuta, le proprie generalità al dipendente delle ferrovie che le ha chiesto conto dell'azione che l'ha portata... a giudizio. Aggiornata, la causa verrà compiutamente trattata nelle prossime settimane.
© www.leccoonline.com - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco