Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 92.773.904
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
polveri sottili
Valore limite: 50 µg/mc
indice del 05/07/20

Merate: 17 µg/mc
Lecco: v. Amendola: 13 µg/mc
Lecco: v. Sora: 10 µg/mc
Valmadrera: 13 µg/mc
Scritto Sabato 27 giugno 2020 alle 19:21

Gessate: dinnanzi al cancello di casa fiori e bigliettini per Elena e Diego. Elogio all'amicizia vera, narrata dai bambini

Un grande cuore rosso. Ed un messaggio spontaneo: "Cari Elena e Diego con questa lettera voglio dirvi tutto ciò che non vi ho detto in questi meravigliosi anni della mia vita". Viola, coetanea dei due 12enne assassinati questa notte a Margno, con l'innocenza propria dei bambini si è messa al pc e in bella maniera ha ricordato i due compagni che, partiti per le vacanze, non faranno mai più ritorno tra i banchi di scuola. "Elena tu sei e eri un'amica molto speciale. Eri l'unica che mi capiva quando stava male mia nonna e tu mi stavi vicina durante il bisogno. Diego tu sei molto speciale, eri il mio migliore mico maschio e non me lo perdonerò mai che non ci sei più. Comunque Elena e Diego resterete sempre nel mio cuore".

E' uno dei biglietti comparsi in queste ore dinnanzi al cancello del complesso al civico 7 di via Glassiate a Gessate, dove la famiglia Bressi viveva. "Erano persone spendide. Tranquille. La mamma non la vedevo da un pò, i bambini invece sì con il papà" racconta una delle residenti del grande caseggiato in frazione Cascina Bellana.

La notizia del duplice infanticidio e del suicidio poi di papà Mario è corsa velocemente dalla Valsassina alla Brianza.
"Ciao Elena e ciao Diego sto scrivendo questa lettera per raccontavi ciò che sento per voi" è riportato, in bella grafia, su una pagina di quadernone a quadretti appesa alla cancellata. Citato un rapporto che non è stato un colpo di fulmine - "all'inizio ho pensato che non potremmo mai essere amici" - ma si è poi cementificato, fino ad essere alla prova dal covid. "Ed ecco che oggi 27 giugno abbiamo perso i legami del tutto...", la sconsolata conclusione.

Ai piedi del citofono con i nomi di mamma Daniela e papà Mario, anche dei mazzi di fiore. Tra le margherite la riprova di come una tragedia del genere abbia toccato un'intera comunità: "Siamo Elisa, Lara, Alessia e Elisa, delle ragazze di seconda. Abbiamo sentito la notizia questa mattina e anche se non conoscevamo molto bene Elena e Diego abbiamo voluto portare questo mazzo per loro. Le nostre più sentite condoglianze".

© www.leccoonline.com - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco