Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 114.462.717
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
polveri sottili
Valore limite: 50 µg/mc
indice del 02/03/2021
Merate: 47 µg/mc
Lecco: v. Amendola: 34 µg/mc
Lecco: v. Sora: 31 µg/mc
Valmadrera: 33 µg/mc
Scritto Martedì 30 giugno 2020 alle 20:44

Margno: l'autopsia conferma, Elena e Diego sono stati strangolati a mani nude

Diego e Elena Bressi
Strangolati. A mani nude. Nel cuore della notte. Così sono stati uccisi Elena e Diego. La conferma di una morte orribile è arrivata dall'autopsia effettuata nel pomeriggio odierno dall'anatomopatologo Paolo Tricomi, intervenuto già sabato nell'abitazione di Margno scenario del duplice infanticidio e presentatosi poi quest'oggi in mattinata in Tribunale per il giuramento, passaggio necessario prima di avviare gli esami sulle salme dei due fratelli gemelli, 12 anni appena.
Per comprendere se quantomeno papà Mario Bressi, prima di commettere un atto tanto insano, abbia somministrato loro dei farmaci per portarli ad un sonno più profondo bisognerà aspettare l'esito degli esami tossicologici. Ci vorranno giorni, anche due settimane. L'eventuale sedazione potrebbe essere ulteriore riprova della premeditazione del gesto, questione sulla quale gli inquirenti - guidati dal sostituto procuratore Andrea Figoni - stanno compiendo le necessarie verifiche anche attraverso l'analisi del contenuto del computer del 45enne, sequestrato nell'abitazione di famiglia a Gessate. Ritrovati poi, in una campana per la raccolta del vetro non lontano dal piazzale delle funivia di Margno, i telefoni dei due bambini mentre ancora si cerca quello del padre, morto suicida gettandosi dal ponte della Vittoria a Cremeno. Anche il suo corpo, per prassi, è stato sottoposto in serata ad autopsia. Potranno così ora essere fissati i funerali.
A livello investigativo c'è poco altro da appurare: del resto il quadro era apparso chiaro fin da subito, con i messaggi inviati dall'impiegato alla moglie per annunciare i due delitti e la decisione di farla finita dopo aver avuto sentore della decisione della donna di chiedere la separazione.
Articoli correlati:
28.06.2020 - Margno: si cerca di far luce sulla morte dei piccoli Elena e Diego. In provincia di Lecco 11 figli ammazzati da un genitore in 20 anni
27.06.2020 - Margno: nel cuore della notte la fine dei piccoli Elena e Diego, fratelli gemelli uccisi dal papà che si è poi suicidato
27.06.2020 - Margno: odiatori seriali scatenati, messaggi di rabbia sulla bacheca fb dell'uomo, zeppa di foto spensierate con i suoi bambini
27.06.2020 - Margno: le reazioni dell'assessore Falcetti e del sindaco di Casargo Pasquini
27.06.2020 - Margno, don Bruno: un dolore enorme, Elena e Diego sono angioletti per i quali pregherò
27.06.2020 - Margno, il vicino di casa: ''ho sentito nella notte dei rumori sordi e al mattino le grida strazianti della madre disperata''
27.06.2020 - Margno: Mario Bressi era arrivato da una settimana con i suoi gemelli di 12 anni. A fare la tragica scoperta la moglie
27.06.2020 - Margno: padre manda un messaggio alla mamma dei suoi 2 figli ''Non li rivedrai più''. E poi li uccide
© www.leccoonline.com - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco