Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 137.692.984
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
Scritto Sabato 04 luglio 2020 alle 14:38

Vandalizzato il parco del Pradello, ora chiuso per ragioni di sicurezza

Vandali in azione nottetempo al Pradello. Ignoti, approfittando del buio, hanno messo a soqquadro l'area, asportando la cartellonista obbligatoria ed i cerchi predisposti per garantire il distanziamento sociale. Ma non solo: si registra altresì il danneggiamento di beni di proprietà del gestore. L'area a lago, poi, è stata disseminata di rifiuti potenzialmente pericolosi tra i quali anche cocci in vetro. Constatata tale spiacevole situazione, l'amministrazione comunale di Abbadia ha deciso di chiudere con la massima urgenza il Parco, fino al completo ripristino delle condizioni ottimali a tutela dell'incolumità dei bagnanti.

"La sicurezza per i fruitori dell'area è venuta meno, in quanto non sarebbe stato più possibile rispettare i provvedimenti del Governo e della Regione in merito all'emergenza sanitaria in corso, oltre che garantire la piena sicurezza per i fruitori del Parco" fa sapere l'assessore Pietro Radaelli.

"Il Comune condanna fermamente qualunque azione di vandalismo che danneggi i beni pubblici e privati a disposizione dei cittadini e che ne comprometta la fruizione, specialmente in un'area molto frequentata da minori. Il dispiacere più grande deriva dal fatto che tra le strutture maggiormente danneggiate ci sono quelle atte a favorire il distanziamento sociale e il contingentamento dei flussi di persone, inserite dal Comune nel parco al fine di rispettare in modo preciso e puntuale la legislazione legata all'emergenza sanitaria, oltre che di salvaguardare la salute pubblica. L'Amministrazione auspica di poter riaprire al più presto il parco e di non dovere affrontare più problematiche di questo genere nelle aree pubbliche tanto apprezzate dalla collettività. Regolare denuncia degli atti di vandalismo è stata sporta presso le autorità competenti".

Un aiuto, per l'individuazione dei responsabili potrebbero arrivare dalle telecamere della videosorveglianza. Non si escludono collegamenti con la pioggia di critiche espresse - in alcuni casi anche poco civilmente - a seguito della decisione dell'amministrazione di introdurre un ticket di ingresso all'area proprio per evitare assembramenti. Ma chiaramente anche su tale aspetto sarà la Questura a dover far chiarezza una volta trovati gli autori della "bravata".
Il Gruppo "Pradello spiaggia del popolo", promotore della raccolta firme per far tornare il "lido" free, ha già preso le distanze, condannando l'accaduto pur ritenendo sprorzionata la decisione di chiudere l'area rispetto ai danni arrecati alle strutture.
© www.leccoonline.com - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco