Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 118.554.674
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
polveri sottili
Valore limite: 50 µg/mc
indice del 08/04/2021
Merate: 21 µg/mc
Lecco: v. Amendoa: 13 µg/mc
Lecco: v. Sora: 15  µg/mc
Valmadrera: 12 µg/mc
Scritto Martedì 14 luglio 2020 alle 15:04

'Falso' per ottenere la cittadinanza, imputato assolto

Aveva dichiarato di non avere precedenti con la Giustizia. Ma in realtà dinnanzi al giudice era finito, patteggiando per guida in stato d'ebbrezza. “Falsità ideologica commessa dal privato in atto pubblico”, ai sensi dell'articolo 483 del codice penale, il reato contestato all'uomo – un marocchino, classe 1975, residente a Bosisio – tornato così nuovamente in Tribunale. Ad “inguaiarlo” la dichiarazione sottoscritta l'1 giugno 2017 in Prefettura a Lecco nell'ambito della pratica per la concessione della cittadinanza italiana. Lo straniero, ha attestato infatti di non aver riportato condanne penali e di non essere stato sottoposto a procedimenti penali, pur essendoci una sentenza di applicazione della pena su richiesta delle parti a suo carico. Assistito dall'avvocato Luigi Taruselli, questa mattina è stato assolto. Il legale ha dimostrato infatti come tale falso, accertato a gennaio 2018, non si più perseguibile. La seconda vicenda giudiziaria che ha coinvolto l'uomo si è chiusa dunque favorevolmente.
© www.leccoonline.com - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco