• Sei il visitatore n° 174.513.453
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
Scritto Martedì 21 luglio 2020 alle 09:36

Garlate: domenica a Verona simulazione di gara di BMX

In questo tormentato 2020 la stagione di gare del BMX Race, Covid permettendo, partirà ad inizio settembre con le prime due tappe del circuito europeo a Verona. Per questo motivo i responsabili della BMX Arena hanno pensato di rodare le procedure anti-contagio organizzando una sorta di gara “amichevole” senza punteggio e premi in palio: una simulazione. Questo ha spinto un centinaio di rider a sfidare il solleone di Verona per il puro piacere di tornare a confrontarsi contro gli avversari dopo nove mesi di stop. C’è da rimarcare che forse i partecipanti avrebbero potuto essere più numerosi se solo gli organizzatori non avessero diramato gli inviti solo sei giorni prima dell’evento.
Bicimania Quota 20 Garlate ha partecipato con dieci atleti, sette dei quali giovanissimi, un esordiente, un allievo e un Cruiser, tutti accompagnati dal coach Andrea Radaelli.

Marco Radaelli, Junior, è stato convocato dalla nazionale ed ha gareggiato con la maglia azzurra.
La categoria G3 / G4 è stata la più rappresentata. Il Bicimania schierava Tommaso Bravi, Martino Caslini, Tommaso Lanza, Lorenzo Mazzoleni, Matteo Raccagni e Aronne Tami. Vi erano poi Alex Gilardi  (G5), Matteo Bravi (Esordiente), Giovanni Caslini (Allievo) e Oscar Tami (Cruiser 30-39 anni).
Complessivamente i rider hanno ben figurato conseguendo questi risultati individuali:
Tommaso Lanza ha vinto la categoria G3, con un ottimo quinto posto nella finale A dei G3 / G4 (ricordiamo che nelle categorie “giovanissimi” i G3 corrono con i G4 e i G5 con i G6, quindi gli atleti vengono accorpati di due anni in due anni). Il compagno Tommaso Bravi è giunto quarto di categoria disputando la finale B, dopo che, in semifinale, ha urtato un avversario che gli era caduto di fronte. Buona anche la prova di Matteo Raccagni che ha disputato la finale B, giungendo quinto. Lorenzo Mazzoleni, invece, rimboccandosi le maniche riuscirà sicuramente a migliorare il risultato di oggi, meno brillante del solito.
Nei G4 Martino Caslini è riuscito ad ottenere un brillantissimo secondo posto in finale A, precedendo dopo un bel duello Aronne Tami che fino a quel momento sembrava più in palla.
Alex Gilardi (G5) si è aggiudicato un buon secondo posto in finale B che gli è valso il quinto posto di categoria; sempre combattivo in pista, potrà migliorare i risultati impegnandosi di più nelle partenze.
Bella la gara di Matteo Bravi al suo debutto fra gli “esordienti”: buone partenze, tanta grinta e determinazione, ma una tecnica ancora da migliorare in certi frangenti.
Sfortunato, invece, Giovanni Caslini (allievo primo anno) che ha concluso le manche di qualificazione con un capitombolo subito prima del traguardo che lo ha costretto ad una “scappata” al Pronto Soccorso di Verona. Auguri per lui di pronta ripresa.
Nella categoria omnicomprensiva dei “master 17+” correva anche Oscar Tami con la bicicletta cruiser: belle partenze, tanta grinta e il sesto posto finale, ma primo fra chi guidava le biciclette con ruote da 24”.
Fra coloro che dovranno rimboccarsi le maniche inseriamo anche Marco Radaelli, al debutto sulla “linea pro” riservata agli “Junior” e gli “Elite”. Purtroppo il nostro portabandiera non è riuscito a superare le manche di qualificazione a causa del ritardo accumulato nelle partenze dal cancelletto. Siamo sicuri che, se vi saranno altre gare, Marco riuscirà a riscattarsi.
Le vere competizioni dovrebbero partire, come detto, ad inizio settembre con le prime due tappe del Circuito Europeo. A seguire, sempre per il Circuito Europeo, un weekend a metà settembre a Sarrians (Francia), poi il Campionato Europeo Assoluto a Dessel (Belgio) ad inizio ottobre, il Campionato Italiano Assoluto ad Olgiate Comasco a metà ottobre e le ultime due gare di Circuito Europeo ad inizio novembre in quel di Zolder (Belgio). La stagione è tutta qui. Riusciranno i nostri rider a disputarla? Al Covid l’ardua sentenza…
© www.leccoonline.com - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco