Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 109.344.103
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
polveri sottili
Valore limite: 50 µg/mc
indice del 14/01/2021
Merate: 59 µg/mc
Lecco: v. Amendola: 41 µg/mc
Lecco: v. Sora: 33 µg/mc
Valmadrera: 38 µg/mc
Scritto Martedì 28 luglio 2020 alle 18:01

Ozono: il lecchese maglia nera tra le cinque province aggregate. Moggio il più 'inquinato'

Prima giornata di caldo intenso dopo le perturbazioni della scorsa settimana ed ecco che l’Ozono torna ad inquinare l’aria lecchese. In realtà i superamenti nell’intero aggregato milanese che, ricordiamo, comprende le province di Como, Varese, Monza Brianza e Lecco oltre al capoluogo, si sono registrati soltanto in due località: a Lecco (via Sora) e a Moggio in Valsassina.
La soglia di informazione fissata dalla legge 155/2010 di 180 microgrammi per metro cubo, è stata superata a Lecco con 197 e a Moggio con 201. Nessun altra centralina dislocata nelle cinque province ha fatto segnare sforamenti della soglia. E purtroppo il record negativo non è neppure il primo in questo mese di luglio. Già l’8 luglio la sola stazione di Moggio faceva registrare il superamento, seppure minimo, 181 mµ/mc. Poi il fenomeno si era ripetuto il giorno 9 con Valmadrera a 222 seguito da Moggio a 220, Perledo a 219, Como centro a 214, Cantù a 211, Saronno a 205 e di nuovo Lecco - via Sora a 204.
Il giorno peggiore è stato il 10, venerdì, con quasi tutte le centraline a mostrare il numero in neretto, cioè oltre la soglia di informazione. Ma ancora una volta la maglia nera è stata Valmadrera con 219, poi Saronno 215 e subito dietro Lecco a 213. Sforamenti anche a Moggio (200) e Perledo (199). E ieri, lunedì 27 luglio, in neretto ancora Moggio e Lecco. 
© www.leccoonline.com - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco