Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 94.611.765
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
polveri sottili
Valore limite: 50 µg/mc
indice del 30/07/20

Merate: 32 µg/mc
Lecco: v. Amendola: 23 µg/mc
Lecco: v. Sora: 21 µg/mc
Valmadrera: N.D.
Scritto Mercoledì 29 luglio 2020 alle 09:07

Garlate: aiuti alle attività post Covid, manovra da 200.000 €

Il sindaco Giuseppe Conti
Una manovra importante quella che il Consiglio Comunale di Garlate sarà chiamato ad approvare nella seduta di giovedì 30 luglio: l'Amministrazione Conti ha infatti deciso di stanziare ben 200.000 euro per far fronte alle conseguenze dell'emergenza sanitaria (ed economica), destinandone la metà al sostegno delle aziende e delle attività che hanno dovuto chiudere e/o sono state penalizzate dal "blocco" dovuto alla pandemia.
"Le realtà produttive e commerciali potranno beneficiare di due diverse forme di aiuto: una riduzione "automatica" del 70% della quota variabile della TARI e un contributo dai 300 ai 500 euro dedicato a quelle che non hanno potuto proseguire la propria attività" ha spiegato il sindaco Giuseppe Conti. A tal proposito, nelle ultime settimane il primo cittadino ha incontrato esercenti e imprenditori in due distinte occasioni, inizialmente per comprendere le loro effettive esigenze una volta passata la "tempesta" Covid, e in un secondo momento - nella serata di lunedì - per comunicare loro le decisioni prese dall'Amministrazione, in attesa dell'approvazione definitiva in aula.
Poco più di 100.000 euro - la parte restante della cifra stanziata - serviranno invece al Comune per sopperire alle minori entrate degli ultimi mesi e per coprire, di contro, le nuove spese legate sempre alle conseguenze della pandemia, innanzitutto quelle per i trasporti e la mensa scolastica che da settembre dovranno inevitabilmente essere riorganizzati, per rispettare tutte le norme anti Coronavirus.
"Si tratta di una manovra significativa per il nostro Comune, che abbiamo potuto permetterci perché fortunatamente abbiamo un bilancio sano" ha commentato ancora il sindaco, soddisfatto dell'esito del doppio incontro con commercianti e imprenditori.
Sul tema erano intervenuti anche i consiglieri del gruppo di opposizione "Alleanza per Garlate", che circa un mese fa avevano presentato una mozione (clicca qui) proprio per "sollecitare" azioni di questo tipo: Daniele Cortenova, Omar Riva e Dario Colombo avevano chiesto al sindaco e alla Giunta di "valutare, con gli uffici competenti, la possibilità di stanziare una somma, tramite variazione di bilancio, da destinare come contributo a favore del sistema produttivo del Comune di Garlate, in particolare di quelle attività interessate e danneggiate dai provvedimenti di sospensione" previsti dai vari DPCM, secondo alcune specifiche linee di indirizzo. La mozione è stata inserita all'ordine del giorno del prossimo Consiglio Comunale, anche se di fatto il suo contenuto coincide, nelle sue parti sostanziali, con quello della delibera messa in approvazione per dare concretezza alle azioni di aiuto "post Covid" programmate dall'Amministrazione.
B.P.
© www.leccoonline.com - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco