Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 94.616.409
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
polveri sottili
Valore limite: 50 µg/mc
indice del 30/07/20

Merate: 32 µg/mc
Lecco: v. Amendola: 23 µg/mc
Lecco: v. Sora: 21 µg/mc
Valmadrera: N.D.
Scritto Giovedì 30 luglio 2020 alle 11:14

Lecco-Bergamo: slitta ancora la presa in carico da parte di Anas. La variante di Cisano invece 'viaggia'

Il presidente della Provincia di Lecco Claudio Usuelli
E' destinato a slittare di un ulteriore mese l'effettivo trasferimento della Lecco-Bergamo dalla Provincia ad Anas. La comunicazione è stata data dal numero uno di Villa Locatelli Claudio Usuelli nel corso dell'assise riunitasi ieri pomeriggio in Sala don Ticozzi, in risposta ad un question time presentato nella precedente seduta dall'avvocato Stefano Simonetti. Il leghista, nel dettaglio, aveva chiesto aggiornamenti sull'iter di “presa in carico” dell'arteria da parte della società del gruppo Ferrovie dello Stato e sull'eventuale pubblicazione della sentenza in riferimento al contenzioso in essere con l'impresa che si era aggiudicata la realizzazione del lotto San Girolamo.
Nel rispondere il Presidente ha ricordato come l'ok al passaggio ad Anas risalga al febbraio scorso, con il percorso bloccato poi dalla situazione emergenziale causata dal coronavirus. Il 23 luglio alla presenza anche dell'assessore regionale Claudia Maria Terzi si è tenuto un incontro nel quale sono stati resi noti i ritardi accumulati da alcune province nella redazione delle schede catastali necessarie per ufficializzare concretamente il trasferimento della titolarità di un pacchetto di strade destinate alla “statalizzazione”.
“Noi come Lecco abbiamo già mandato le schede e si sono già tenuti due sopralluoghi con Anas. E' stato però precisato che il passaggio potrà avvenire solo con un unico atto per tutte le province” ha puntualizzato Usuelli. Il termine è così stato posticipato da settembre a ottobre, senza del resto nessuna ulteriore garanzia sul finanziamento del tunnel Chiuso-Calolzio e senza – ad oggi – alcuna novità sull'esito del contenzioso con l'impresa che, in rotta con la Provincia proprio per questioni economiche, ha abbandonato il cantiere.
Eppure però qualcosa si muove. Ma... in terra bergamasca. Il sindaco di Cisano Andrea Previtali proprio nella giornata di ieri ha infatti annunciato la sottoscrizione del contratto tra la Provincia orobica e la società ERRE.VI.A Srl per la progettazione esecutiva della Variante sul proprio territorio alla SS639, l'ultimo atto per poi aggiudicare i lavori. Fermo al preliminare, invece, il secondo lotto di quella che dovrebbe diventare la “tangenziale di Cisano”, ovvero la Variante alla SS342.
A.M.
© www.leccoonline.com - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco