Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 137.686.478
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
Scritto Martedì 01 settembre 2020 alle 16:44

Abbadia: dopo 5 giorni di ricerche i vigili del fuoco restituiscono alla famiglia la 12enne annegata nel Lago

Nel pomeriggio odierno il lago ha restituito il corpo di Fatou, la ragazzina con casa a Monza annegata cinque giorni fa ad Abbadia. I sommozzatori hanno recuperato la salma senza vita della 12enne al largo rispetto al punto dove si sarebbe inabissata, dopo qualche passo compiuto nelle acque del Lario mano nella mano con la mamma. Oggi, paradossalmente, dopo le abbondanti piogge che hanno interessato il territorio, la spiaggia dove la famiglia, originaria del Ghana, si era accomodata non c'è nemmeno più, coperta dall'acqua.

Il mezzo dei sommozzatori alla Poncia

Lo scorso giovedì Fatou era arrivata da poco con i genitori e i tre fratelli alla Poncia e subito aveva deciso di rinfrescarsi dopo il viaggio compiuto in treno. Ma qualcosa purtroppo è andato storto: la dodicenne potrebbe aver messo un piede in un punto sdrucciolevole dove il fondale scende subito e, non sapendo nuotare, è finita sott'acqua, senza più riemergere.
Se la mamma era riuscita a tornare a riva - anche grazie ai soccorsi prestati dal marito - della figlioletta si sono subito perse le tracce.
Inutile l'immediato intervento di alcuni bagnanti e dei vigili del fuoco, pronti a tuffarsi e a perlustrare la costa con la loro pilotina, in attesa dello "sbarco" ad Abbadia dei colleghi sommozzatori e dell'elicottero.

I mezzi dei vvf alla Lega Navale di Mandello con Polizia Locale e Carabinieri

Le ricerche per cinque giorni non hanno dato esito, sino a questo pomeriggio, quando poco prima delle ore 16 il corpo della ragazzina è stato avvistato grazie all'utilizzo dell'apposito robottino e poi recuperato dai sommozzatori che l'hanno trasferito, per questioni logistiche, sfuggendo anche agli occhi indiscreti di chi, approfittando del bel tempo è tornato a prendere il sole ad Abbadia, alla Lega Navale di Mandello.

La spiaggia dove si è consumata la tradegia, oggi sommersa dall'acqua

Se le speranze di rinvenire Fatou sana e salva si erano già dissolte nell'immediatezza dalla tragedia, il lago ha quantomeno restituito - grazie alle capacità e alla caparbietà dei vigili del fuoco - ai genitori la salma della figlia, annegata in quella che avrebbe dovuto essere una giornata felice e spensierata alla Poncia, dove invece la dodicenne in pochi secondi ha trovato la morte.
Articoli correlati:
28.08.2020 - Abbadia: nonostante il maltempo, i sommozzatori ancora in acqua per cercare Fatou. La mamma: 'quando trovate la mia bambina?'
27.08.2020 - Abbadia: senza esito le ricerche della ragazzina annegata nel lago a pochi metri dalla riva
27.08.2020 - Abbadia: madre e figlia si immergono nel lago ma la corrente le trascina verso il fondo. La donna si salva, ora si cerca la 12enne
© www.leccoonline.com - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco