Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 118.975.353
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
polveri sottili
Valore limite: 50 µg/mc
indice del 13/04/2021
Merate: 16 µg/mc
Lecco: v. Amendoa: 4 µg/mc
Lecco: v. Sora: < 2 µg/mc
Valmadrera: 4 µg/mc
Scritto Venerdì 11 settembre 2020 alle 12:17

Lecco: attivate le colonnine per la ricarica delle auto, il 'pieno' ora sarà 100% green

Il lockdown ha indubbiamente rallentato la fase operativa. Ma non è stato tempo perso per ACSM AGAM: la società per azioni che opera nel settore delle utilities, frutto dell'aggregazione delle realtà già operativa su Monza, Como, Sondrio, Varese e appunto Lecco ha portato a termine il progetto per l'installazione in città di dieci colonnine per la ricarica delle auto elettriche e quattro dedicate alle bici. Si è dunque detto “quasi emozionato di poter essere qui a raccontare delle cose che stiamo portando avanti in questi mesi difficili” il presidente Paolo Busnelli, “inaugurando” simbolicamente la prima postazione già attiva in via Nullo, dinnanzi alla Canottieri.

Chiaro lo scopo di tale importante dotazione per la città: “rendere Lecco più vicina alla mobilità sostenibile” come asserito da Giovanni Chighine, BU leader di AEVV Impianti, la società del Gruppo che ha curato l'iniziativa. E per farlo, su impulso anche dell'amministrazione comunale rappresentata dall'assessore all'ambiente Alessio Dossi, si è scelto di alimentare le nuove colonnine con energia 100% green, ottenuta dunque da fonti rinnovabili. “Per un ulteriore salto di qualità”. Si è così bypassato il problema di spostare il punto di emissione della CO2: inutile o comunque poco strategico pensare infatti di diminuire la produzione di anidride carbonica in città favorendo l'utilizzo di mezzi elettrici se poi il “pieno” comporta inquinare altrove, dove l'energia viene generata.

Paolo Busnelli

Alessio Dossi, Giovanni Perrone e Giovanni Chighine

 

Un concetto questo ribadito da Giovanni Perrone, amministratore delegato di ACEL, confermando che per le postazioni lecchesi la società, anch'essa parte del Gruppo, venderà solo “energia green”. “Ci tenevamo tantissimo che il ciclo fosse completo, per non impattare sull'ambiente” la sottolineatura del delegato della Giunta Brivio, ricordando come Lecco abbia aderito al PAES con l'obiettivo di ridurre del 30% le emissioni nel breve periodo, centrabile iniziando a lavorare anche sulle infrastrutture, per rendere appetibile l'acquisto di auto meno inquinanti. In questo senso dunque la posa delle 10 colonnine, alcune a 22 altre a 50 kW, per una ricarica rapida (per diversi modelli di auto basteranno soltanto 30 minuti).

Marco Canzi

Con sistema “intelligente”: per il primo mese l'energia verrà fornita gratuitamente, poi basterà scansionare il QR Code presente sull'infrastruttura per registrarsi (solo la prima volta), selezionando la modalità di pagamento. 0.38 euro kWh il prezzo applicato da novembre, con possibilità di aggiustamento secondo le logiche di mercato. Tutte le postazioni infine saranno geolocalizzate e sarà possibile anche sapere in anticipo quali sono in uso e quali invece libere.

Una delle postazioni di ricarica veloce. Sotto una delle colonnine per le bici elettrice

Se Lecco poi farà da apripista, la provincia non sarà da meno. “Il programma coinvolge anche i piccoli e mesi comuni dove porteremo questa novità” ha aggiunto infatti il vice-presidente di ACSM AGAM Marco Canzi, sottolineando come oltre alla posa delle colonnine si stia lavorando anche per innestare altre sinergie positive come dotare i comuni di auto elettriche da condividere poi con i cittadini. Un lavoro articolato dunque, nella convinzione di poter riscontrare benefici per un territorio “in sofferenza” come l'ha definito Vittorio Addis. “Qui il cambio è fondamentale, occorre un lavoro tecnico ma anche culturale”.

Ecco dove trovare le colonnine a Lecco:
- Fast power: in via Parini, via Foscolo, corso Martiri, via Buozzi e via dell'Isola
- Normal power:  in via alla Chiesa, via Isola Villatico, via Costituzione, Lungolago Cesare Battisti e viale Dante.
- Per e-bike: in via Parini, via Sassi, via Donatori di sangue e Lungo Lario Piave.

In Provincia, invece, prima dell’estate è stata avviata la posa di altre colonnine (complessivamente saranno 15) a Lierna e Casatenovo. In questi giorni saranno attivate a Mandello del Lario e Galbiate. Anche la Valsassina sarà servita, con infrastrutture a Cremeno, Taceno, Margno e Esino.
© www.leccoonline.com - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco