• Sei il visitatore n° 164.001.880
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
Scritto Lunedì 14 settembre 2020 alle 10:39

Sparatoria di Olginate: si cerca un calolziese la cui auto era in via Albegno, fuggito poi su una moto

I contorni dell'accaduto sono ancora fumosi ma il cerchio si è velocemente stretto sul “sospettato numero uno”. Del resto la sua auto, una Panda grigia 4x4 è stata ripresa nella via della sparatoria: già nel pomeriggio di domenica i Carabinieri del Comando Provinciale di Lecco hanno bussato alla porta dell'abitazione di un imprenditore calolziese, S.V le iniziali, ritenuto la mano che ha fatto fuoco su Salvatore De Fazio e il fratello Alfredo, ammazzando il primo e riducendo in prognosi riservata il secondo. E' il padre del 25enne finito in ospedale nella notte tra sabato e domenica dopo una rissa in via Cantù, sempre a Olginate, a riprova dell'esistenza di un filo conduttore tra i due fatti che hanno scosso la comunità.

La vittima, Salvatore De Fazio

Da quanto si è potuto apprendere S.V, avrebbe raggiunto via Albegno con la sua utilitaria, scaricando il caricatore all'indirizzo dei due De Fazio. Per Salvatore, 47 anni, frontaliere in Svizzera dopo aver lavorato per anni nella società di autotrasporti del suocero, nonostante il prodigarsi del personale sanitario non c'è stato nulla da fare. E' spirato prima dell'arrivo all'ospedale Manzoni. Lascia la consorte Antonella e tre figli, Davide, Matteo e Valentina. Alfredo, invece, è stato soccorso nell'androne di un palazzo di via Al Crotto dove aveva trovato riparo: è stato elitrasportato a Varese, in condizioni serie.

L'aggressore, risalito in macchina, parrebbe aver fatto ritorno a Calolzio, presso la sua abitazione lasciando la Panda per dileguarsi in moto. All'arrivo dei Carabinieri, di lui si erano già perse le tracce senza che i famigliari siano riusciti a fornire informazioni utili per il suo rintraccio. 
Prosegue dunque la caccia all'uomo. La speranza, sempre ovviamente se l'ipotesi investigativa che ha portato a lui si confermi quella giusta, è che si costituisca, fornendo quelle risposte che ancora mancano per ricomporre le tessere di un puzzle impregnato di sangue.
Articoli correlati:
13.09.2020 - Olginate: è morto prima dell'arrivo in ospedale Salvatore De Fazio, il 47enne ferito nella sparatoria di via Santa Maria
13.09.2020 - Olginate: sparatoria in via Santa Maria, uomo sull'asfalto in fin di vita. Un altro trova rifugio in un condominio. Aggressore in fuga
© www.leccoonline.com - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco