Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 100.654.890
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
polveri sottili
Valore limite: 50 µg/mc
indice del 18/10/20

Merate: 36 µg/mc
Lecco: v. Amendola: 31 µg/mc
Lecco: v. Sora: 23 µg/mc
Valmadrera: 22 µg/mc
Scritto Martedì 13 ottobre 2020 alle 17:32

'Un capolavoro per Lecco' anche in questo Natale 'difficile'. Ma serve il contributo di tutti

E' indubbiamente cambiato il clima. Ma lo spirito quello no. Dopo il successo ottenuto dal Tintoretto lo scorso anno, la Parrocchia di San Nicolò e l’Associazione Culturale Madonna del Rosario – entrambe guidate da monsignor Davide Milani - hanno quest'oggi presentato la seconda edizione del progetto “Un Capolavoro per Lecco”: anche questo 2020 “pandemico” vedrà esposta in città, nel corso delle festività, un'opera di richiamo internazionale.

Nulla è stato rivelato, né sull'autore né sulla tela. Ciò che è certo è che la firma un artista di epoca rinascimentale ed ha un soggetto a tema, in qualche modo, natalizio. Sarà in mostra a Palazzo delle Paure dalla vigilia di San Nicolò – il patrono celebrato il 6 dicembre – affiancata da ulteriori due opere (inedite parrebbe visto che sono state definite in fase di ultimazione) curate invece da un contemporaneo. E sarà anche in quest'occasione, un regalo per i lecchesi e non solo. Un regalo al quale alla città e agli amanti del bello in generale viene ora chiesto di concorrere. A cominciare da quei 22.000 visitatori che, nel 2019, hanno potuto ammirare da vicino l'Annunciazione del Doge Grimani.

L'iniziativa è stata infatti selezionata dalla Fondazione Comunitaria del Lecchese quale beneficiaria del progetto Crowd4Culture di Fondazione Cariplo: quest'ultimo Ente è disposto a raddoppiare con risorse proprie la cifra che verrà raccolta attraverso donazioni liberali, di singolo, associazioni o imprese. 100.000 euro la somma che si spera così di incamerare a copertura di parte dei costi di allestimento, con il giro di boa fissato dunque a 50.000 euro: questo l'impegno – collegiale – che viene chiesto alla città di assumersi, in 90 giorni di tempo, scattati ieri. Sulla fiducia, quindi, visto che il taglio del nastro avverrà prima della chiusura della campagna. Si potrà donare da 5 euro in su, con pochi click, attraverso l'apposita piattaforma, ottenendo anche “ricompense” di valore a salire a seconda della generosità dimostrata: dal biglietto “prima fila” al catalogo “personalizzato”, fino – per aziende e società – a visite guidate riservate per un gruppetto di clienti/soci/lavoratori o ancora l'inserimento del proprio nome sul materiale pubblicitario che verrà capillarmente diffuso per sponsorizzare la mostra e le attività collaterali.

Mons. Davide Milani

“Vogliamo crescere: lo scorso anno si è trattato di un'iniziativa di un gruppo di amici, con il sostegno del Comune e di supporter privati. Per crescere deve essere la città a organizzare “Un Capolavoro per Lecco”: questo evento deve essere partecipato, deve attivarsi una forma di collaborazione affinchè diventi patrimonio della città” ha asserito il Prevosto, annunciando di aver appunto scelto quale strumento – sposandone la filosofia –  il crowdfunding della Fondazione Comunitaria Lecchese e di Fondazione Cariplo, affinchè sia proprio il pubblico a concorre alla realizzazione di un appuntamento che sappia poi lasciare qualcosa, facendo dialogare più opere, più linguaggi e più epoche. In tempi non facili. “Occorre offrire motivi di speranza. Ragioni per vivere” ha asserito dunque don Milani nello spiegare perchè il progetto verrà riproposto anche quest'anno, in una cornice d'attesa sicuramente mutata visto quello che abbiamo vissuto negli ultimi mesi e l'incognita per ciò che ci attenderà. “Vogliamo che la speranza del Natale si incarni nella città. Vogliamo regalare un seme che portato a casa faccia dire che questi mesi di pandemia ci stanno insegnando qualcosa...”. Del resto la finalità della neonata Associazione Culturale Madonna del Rosario non è (solo) fare mostre ma annunciare il Vangelo.

Maria Grazia Nasazzi, Presidente della Fondazione Comunitaria Lecchese

“In questo tempo dobbiamo proprio osare” ha aggiunto Maria Grazia Nasazzi, fresca di nomina a successore di Mario Romano Negri. “L'arte e la cultura creano appartenenza. E le Fondazioni comunitarie – come la nostra – vivono di appartenenza, attraverso un patrimonio anche relazionale che sviluppa alleanze. Da puri enti di beneficenza le Fondazioni diventano soggetti territoriali, la cassaforte della comunità. Questo progetto è un regalo per la città, per rimettere in moto l'incontrarsi”.

Enrico Rossi di Fondazione Cariplo. Sotto Michele Andreoletti, programme officer Area Arte e Cultura Fondazione Cariplo

Concetto quest'ultimo ripreso anche dal Commissario di Fondazione Cariplo Enrico Rossi, impegnata nella promozione del bello con l'intenzione di “riportare coesione all'interno delle comunità locali che in questo periodo abbiamo riscontrato essersi un po' sfilacciate. Senza cultura avremmo una qualità della vita scadente”.

Il sindaco Mauro Gattinoni

Dello stesso avviso il nuovo primo cittadino Mauro Gattinoni: “la povertà culturale è una dimensione della povertà” ha sostenuto invertendo poi i fattori per puntualizzare come è altresì vero che “è difficile fare cultura senza soldi”. Da qui lo sprono a chi può a sostenere l'iniziativa che l'amministrazione supporterà con la messa a disposizione delle sale espositive di Palazzo delle Paure e del personale, con un contributo economico e in termini di comunicazione con il coinvolgimento delle scuole, come già per il Tintoretto. “Lecco è una città che saprà dare il proprio meglio in così poco tempo” ha chiosato rimarcando come proprio quando il risultato appare incerto – in questo caso per la situazione generale legata al coronavirus – serve dimostrare coraggio. E allora forza cittadini.

QUI il collegamento per accedere al sito ForFounding di Intersa San Paolo e contribuire al progetto.
© www.leccoonline.com - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco