Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 100.649.767
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
polveri sottili
Valore limite: 50 µg/mc
indice del 18/10/20

Merate: 36 µg/mc
Lecco: v. Amendola: 31 µg/mc
Lecco: v. Sora: 23 µg/mc
Valmadrera: 22 µg/mc
Scritto Martedì 13 ottobre 2020 alle 18:40

Difesa del suolo: alla provincia di Lecco in arrivo 6 milioni e mezzo da Regione Lombardia

6 milioni 520 mila euro
: questa la cifra destinata da Regione Lombardia alla provincia di Lecco nell'ambito del programma di interventi di difesa del suolo, che prevede l'avvio di oltre 200 cantieri per un totale di oltre 138 milioni di euro di investimenti.
"Il Programma consta di 204 opere individuate con il supporto degli Utr regionali che hanno garantito il necessario raccordo con le esigenze dei diversi territori e segnalato le necessità di intervenire su quelle situazioni di rischio idrogeologico verificatesi recentemente" ha spiegato l'assessore Pietro Foroni dopo l'approvazione del Piano in Giunta. "Sono stati selezionati anche i lavori proposti dai Comuni già dotati di un livello minimale di progettazione o studio di fattibilità".
Tra il 2021 e 2022 si apriranno quindi 204 nuovi cantieri con le imprese del settore edile chiamate a realizzare interventi strutturali per la difesa dei centri abitati e delle infrastrutture primarie, nonché di manutenzione straordinaria dei corsi d'acqua e delle opere esistenti.
"Sono orgoglioso di un così poderoso e vasto programma di interventi di difesa del suolo e mitigazione dei rischi idrogeologici con un ingente investimento esclusivamente regionale" ha aggiunto Pietro Foroni. "Oltre alla grandissima utilità pubblica delle opere per la sicurezza dei cittadini e delle comunità, si apriranno anche molte opportunità di rilancio delle attività professionali (ingegneri, geologi, forestali, architetti, geometri) legate alla redazione dei progetti delle opere e a tutte le attività di indagine collaterali (rilievi, prove geognostiche, prove laboratorio, modellazioni, ecc.)". "Il tutto - ha evidenziato - nel pieno spirito del "Piano Lombardia" fortemente voluto dal presidente Fontana. Ancora una volta la nostra Regione si è accollata un notevolissimo sforzo economico per venire incontro alle necessità del territorio, ora ci aspettiamo che questo governo faccia lo stesso, perché fino ad ora sono arrivate solo promesse regolarmente disattese".
"Si tratta - ha concluso l'assessore regionale - di un programma pensato per investire importanti risorse finanziarie, in modo mirato, per il miglioramento della sicurezza dei territori regionali soggetti a rischio idrogeologico e per il sostegno delle economie locali duramente colpite dalle conseguenze negative derivanti dall'emergenza sanitaria da Covid-19".

Di seguito il dettaglio degli interventi previsti in provincia di Lecco:
- Colle Brianza, rimodellazione versante e posizionamento di sistema di drenaggio acque, consolidamento e realizzazione nuove difese spondali al piede sul torrente Gandaloglio, 800.000 euro;
- Colle Brianza, Ello, Dolzago, pulizia vegetazione versanti, interventi di ingegneria naturalistica e realizzazione di difese spondali e rimodellazione di alcuni tratti dell'alveo del torrente Gandaloglio, 250.000 euro;
- Galbiate, Garlate, realizzazione di opere idrauliche in alveo e messa in sicurezza di versanti nel tratto del torrente Molina, 600.000 euro;
- Vercurago, pulizia e risezionamento del torrente Gallavesa, manutenzione di opere idrauliche e realizzazione di disgaggi e reti paramassi in località Somasca, 570.000 euro;
- Bellano, Vendrogno, Taceno, messa in sicurezza del dissesto idrogeologico a valle della strada comunale di via per Taceno in località Derocc, 200.000 euro;
- Comuni vari, sistemazione delle Bevere affluenti del Lambro, 400.000 euro;
- Ballabio, opere di mitigazione del rischio di caduta di massi, 800.000 euro;
- Monte Marenzo, opere di difesa dalla caduta di massi a tutela di infrastrutture e abitazioni in località Levata, 500.000 euro;
- Lecco, mitigazione del rischio caduta massi area Monte San Martino, località Caviate, 2.100.000 euro;
- Lecco, riqualificazione, ripristino e messa in sicurezza ponti (tombotti) sui torrenti Gerenzone (piazza Stoppani) e Caldone (viale Costituzione - lungolario Isonzo), 300.000 euro.
© www.leccoonline.com - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco