Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 100.652.248
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
polveri sottili
Valore limite: 50 µg/mc
indice del 18/10/20

Merate: 36 µg/mc
Lecco: v. Amendola: 31 µg/mc
Lecco: v. Sora: 23 µg/mc
Valmadrera: 22 µg/mc
Scritto Giovedì 15 ottobre 2020 alle 08:23

In consiglio provinciale soddisfazione per la riqualificazione del CFPA di Casargo

Un intervento da 1,7 milioni di euro per riqualificare e migliorare la sede della scuola alberghiera di Casargo gestita dall’Agenzia provinciale per le attività formative (Apaf). Si è tornato a parlarne durante il consiglio provinciale di mercoledì sera, quando il presidente Claudio Usuelli è sceso nei dettagli dell’accordo di programma integrativo della durata triennale, che prevede che il Comune di Casargo sia soggetto attuatore e che sia invece Regione Lombardia a finanziare il 90 per cento il costo dei lavori, mentre la Provincia di Lecco contribuirà con 121mila euro, 61mila versati entro la fine dell’anno e altri 30mila euro corrisposti sia nel 2021 sia nel 2020, mentre Apaf ha stanziato una somma di 50mila euro.

“Questo intervento servirà per adeguare le strutture del centro e migliorare così la fruibilità didattica e ludica degli spazi, un aspetto questo molto importante visto che la scuola offre anche il servizio di convitto e molti ragazzi si fermano lì tutta la settimana”. Le opere previste sono diverse: i laboratori verranno ampliati e ne saranno realizzati di nuovi, ci sarà una nuova palazzina adibita ad “albergo didattico”, verrà sistemata la foresteria e verranno acquistate nuove attrezzature. Anche per la parte esterna sono previsti interventi: verrà implementato un orto didattico, verrà costruito un anello ciclopedonale attorno al Cfp e sarà sistemato il sentiero che collega località di Piazzo, dove si trova la scuola, all’abitato di Casargo.

Molto soddisfatte tutte le forze politiche presenti a Villa Locatelli. Il leghista Stefano Simonetti ha espresso un “doveroso ringraziamento” alla Regione Lombardia per aver finanziato un intervento che farà entrare “l’Apaf nel nuovo millennio”; mentre Giuseppe Scaccabarozzi del Partito democratico ha sottolineato come i soldi stanziati dalla Provincia derivino da un avanzo vincolato agli investimenti e non siano stati sottratti alle necessità impellenti delle strutture scolastiche superiori del territorio. “La formazione è un concetto dinamico - ha aggiunto - e questo progetto ha il parere positivo del gruppo perché si inserisce nel contesto della creazione di percorsi innovativi”.
 Anche il centrodestra ha speso parole di apprezzamento: “Quello che approviamo oggi è il risultato di un ottimo lavoro svolto in sinergia con la Regione, l’Apaf e il Comune - ha detto Mattia Micheli -. È molto importante che nonostante tutte le difficoltà del momento, la Regione abbia dato la sua disponibilità per un investimento così importante, per i giovani, per il territorio e per lo sviluppo del turismo”.
Sottolineatura diversa per Paolo Lanfranchi (Democrazia è partecipazione): "I complimenti li indirizzerei verso il Comune e la Provincia perché sono quelli che si impegnano tutti i giorni su quella struttura lì. Spero che l’attenzione sulle strutture scolastiche del territorio sia vigile anche sugli altri istituti, non dimentichiamo i ragionieri e i geometri: anche loro hanno bisogno di tapparelle funzionanti”.

La riunione del consiglio provinciale è stata l’occasione per approvare anche le linee generali di indirizzo per l’anno 2021, illustrate brevemente dal presidente Usuelli: per quanto riguarda il personale dipendente è mantenuto l’obbligo di sostenere costi coerenti alla quantità dei servizi erogati e non superiori all’anno precedente, anche se ci sarà la possibilità di assumere secondo i criteri previsti dalla legge. Anche per quanto riguarda le spese per gli incarichi di collaborazione e consulenza dovrà essere allegato al bilancio l’elenco degli incarichi e il loro importo non potrà superare il limite dell’esercizio precedente, così come per le spese di rappresentanza, che dovranno essere limitate a scopi statutari. Eventuali “sforamenti” saranno giustificati solo se coperti interamente da progetti finanziati. “Queste linee vanno bene - ha osservato Simonetti - ma ribadisco i concetti di attenzione alle spese, di rispetto per le aziende del territorio e vigilanza sulla rotazione degli incarichi. L’educazione dei ragazzi è fondamentale e investire su questi aspetti è molto importante”.
M.V.
© www.leccoonline.com - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco