Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 104.941.945
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
polveri sottili
Valore limite: 50 µg/mc
indice del 03/12/20
Merate: 38 µg/mc
Lecco: v. Amendola: 24 µg/mc
Lecco: v. Sora: 27 µg/mc
Valmadrera: 32 µg/mc
Scritto Martedì 27 ottobre 2020 alle 15:21

Associazione Notai: Mutti subentra al presidente Donegana, nel 2020 celebrate 'solo' 329 aste

Pier Luigi Donegana
Cambio alla guida dell’Associazione Notarile della Provincia di Lecco, in occasione dell’assemblea svoltasi venerdì scorso. A Pierluigi Donegana (notaio in Oggiono), in carica dal 2016, è infatti subentrata Laura Mutti (in servizio a Merate), già componente del precedente consiglio. Ad affiancarla sono Francesco Brini (Missaglia) ed Ottaviano Anselmo Nuzzo (Colico), anche quest’ultimo già membro del direttivo. Pierluigi Donegana è stato inoltre nominato Presidente Onorario, in segno di riconoscimento per i grandi meriti avuti nello sviluppo dell’attività dello stesso organismo: classe 1945, il 23 ottobre scorso ha concluso la sua attività professionale, iniziata nel 1974 con l'abilitazione all'esercizio della professioni di procuratore legale presso la Corte D'Appello di Milano e con la vittoria, l'anno successivo, del Concorso notarile, entrando nei primi trenta della graduatoria. Membro di una famiglia di notai, è stato un esempio non solo per la sua alta competenza, ma soprattutto per lo stile con cui ha svolto la sua funzione - serietà, equilibrio, sobrietà, discrezione, signorilità - dimostrato tanto nel rapporto con i cittadini quanto con le istituzioni e gli uffici.
L’assemblea di venerdì scorso è stata anche l’occasione per tracciare un bilancio dell’ultimo biennio dell'Associazione. Se nel corso del 2019 si è vissuta una fase di grande crescita, nel 2020 si è inevitabilmente risentito del completo blocco delle gare d’aste dal 10 marzo al 1° settembre per effetto delle limitazioni imposte dal lockdown, con revoca e riprogrammazione delle vendite a data successiva. Inoltre ai sensi dell’art. 54 ter del decreto legge n. 18 del 17 marzo 2020, introdotto dalla legge di conversione n. 27 del 24 aprile 2020, le procedure aventi “ad oggetto l'abitazione principale del debitore” sono state sospese per sei mesi e pertanto lo sono tutt’ora – salvo proroghe dell’ultimo momento – fino al 30 ottobre 2020.
Tale andamento si rivela sia nel numero di aste celebrate (scese dalle 1168 del 2019 alle 329 del 2020), sia nel valore complessivo dei beni venduti (da circa 32,5 milioni nel 2019 a circa 10,3 milioni nei primi nove mesi del 2020). Un dato positivo è rappresentato dalla percentuale delle aste aggiudicate rispetto a quelle celebrate: nel 2019 era pari al 28.2%, mentre quest'anno al 42%.
“Quasi tutte sono state analogiche – commenta il presidente uscente, Pierluigi Donegana –. Nonostante infatti la possibilità di indire aste telematiche, vi è ancora una forte diffidenza rispetto a questo strumento. L’investimento nel bene casa ha una forte componente psicologica e, dunque, i cittadini vogliono parteciparvi di persona”. Proprio per agevolare la presenza, l’Associazione Notarile della Provincia di Lecco inaugurerà a breve uno spazio dedicato alle aste in centro Lecco, facilmente e direttamente accessibile, dove i cittadini potranno recarsi per avere tutte le informazioni.
© www.leccoonline.com - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco