Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 109.344.913
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
polveri sottili
Valore limite: 50 µg/mc
indice del 14/01/2021
Merate: 59 µg/mc
Lecco: v. Amendola: 41 µg/mc
Lecco: v. Sora: 33 µg/mc
Valmadrera: 38 µg/mc
Scritto Mercoledì 04 novembre 2020 alle 11:04

Lecco: 'vogliamo gli stipendi', presidio dei lavoratori della Sittel di Colico in Prefettura

Hanno manifestato per avere lo stipendio i lavoratori della Sittel di Colico, arrivati davanti alla Prefettura di Lecco intorno alle 9.15 di questa mattina con le bandiere rosse del sindacato e alcuni striscioni. ''Rispettate gli accordi'', ''tre mesi senza salario'', ''bollette scadute e mutuo non pagato, grazie Sittel''. Una situazione ormai ''insostenibile'' come spiegato dal segretario della Slc Cgil di Lecco, Fabio Gerosa. L'azienda, che a Colico conta circa 50 dipendenti, da tre mesi non corrisponde il dovuto a nessuno, non versa le indennità di trasferta e i fondi pensionistici: questa la denuncia.

VIDEO



Eppure, come sottolineato da Gerosa, è tra le principali committenti di Tim e Openfiber per quanto riguarda la posa e il cablaggio della fibra ottica, e ciò significa che con i suoi lavoratori è una parte fondamentale dello sviluppo tecnologico del paese.

''La Sittel aveva condiviso con noi un percorso di rientro dei pagamenti già a settembre'' ha spiegato il segretario di Slc Lecco. ''Paradossalmente, anziché fare passi in avanti ne abbiamo fatti all'indietro. Alla fine di ottobre con un nuovo comunicato l'azienda ha spiegato che non poteva pagare nemmeno la terza mensilità in arretrato, corrispondendo il 50% i giorni successivi e promettendo che l'altra metà arriverà entro novembre. Molti lavoratori si sono nel frattempo indebitati nella fiducia che man mano riusciranno a recuperare le loro paghe''.

Fabrizio Colazzi, Rsu della Sittel di Colico, e il segretario della Slc Cgil Lecco Fabio Gerosa

I problemi non riguardano solo gli stipendi. Come confermato anche da Fabrizio Colazzi dell'Rsu interna aziendale per la sede di Colico, in alcune occasioni i dipendenti hanno dovuto rifornire pagando di tasca propria i mezzi per riuscire a recarsi sui cantieri. ''Da una situazione di armonizzazione stiamo passando ad uno scontro'' ha aggiunto. ''L'azienda non paga o lo fa a singhiozzi. Le situazioni famigliari stanno peggiorando e chiediamo come prima tappa la regolarizzazione degli stipendi che è per noi fondamentale per arrivare a fine mese''.

Colazzi, insieme a Gerosa e il segretario generale della Cgil di Lecco Diego Riva, ha incontrato nel corso della mattinata il nuovo prefetto Castrese De Rosa. Secondo il sindacato, infatti, il coinvolgimento delle istituzioni che rappresentano il territorio è anche un segnale per sottolineare l'importanza strategica della Sittel e i suoi lavoratori per la modernizzazione dell'infrastruttura telefonica ed elettrica. L'obiettivo, come dichiarato da Gerosa, è anche quello di ottenere un incontro presso il Ministero dello sviluppo economico con la Sittel in cui siglare un accordo definitivo per il pagamento degli stipendi arretrati e il miglioramento generale delle condizioni dei lavoratori.
Articoli correlati:
03.11.2020 - Colico: 50 lavoratori della Sittel Spa senza stipendio da tre mesi, presidio in prefettura
A.S.
© www.leccoonline.com - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco