Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 159.416.638
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
Scritto Mercoledì 04 novembre 2020 alle 17:15

A Germano Bosisio

Complimenti per il suo messaggio, ma forse in pochi abbiamo gli attributi di saperci prendere responsabilità anche a costo di sbagliare,ma dimentichi che quello che identifica la grande maggioranza del popolo italiano è proprio il vezzo di non mai agire, se non per tutelare il proprio interesse, ma sempre comunque e dovunque pronti alla critica. Pensiamo solo ai bonus dati per le biciclette, per i monopattini elettrici (se termine errato so che comprenderete comunque a cosa mi riferisco, ed infine il bonus vacanze? Chi invece era e tornerà - 1 a non percepire lo stipendio, 2 a non poter svolgere la sua attività e magari con dipendenti messi in cassa integrazione e via di questo passo...ebbene a loro IL NULLA ASSOLUTO. ULTIMO MA ANCOR PIU' SCANDALOSO il reddito di cittadinanza, il contributo ai disoccupati che, ne ho le prove tangibili, nemmeno accettano un lavoro perché meglio stare a casa ed accontentarsi e sopratutto magari lavoretti in nero e la ciliegina sulla torta una marea di sbarchi ai quali poi viene dato pure un contributo economico? Quando mai si sentono commenti o si leggono commenti per questa vergogna del parassitismo divenuto nazionale e basta citare sempre e solo il sud. Nessuno abbia dimenticare che l'inps elargisce per queste ""persone"2soldi dei pensionati e che se l'e micro, le piccole e medie imprese andranno a chiudere dove credete possano venire a mancare i vostri agognati soldi percepiti senza merito ed alle spalle nostre? Popolo che vive, agisce e si comporta non capace di scelte ma sempre e solo come un gregge....Che peccato ridursi così e forse il prezzo più salato lo pagano e lo pagheranno a vita le nuove generazioni che hanno oggi al massimo 6 o 7 anni perchè dopo quella età già sono stati rovinati...non tutti certo.
Andrea Capello
© www.leccoonline.com - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco