Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 146.416.742
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
Scritto Sabato 14 novembre 2020 alle 13:31

Calcio: al Lecco chiesta una 'partita di sacrificio' a Grosseto

CALCIO SERIE C GIRONE A
UNDICESIMO TURNO: GROSSETO - LECCO (ORE 15)

Lecco viaggia verso la Maremma con la ferma intenzione di confermare i segnali positivi manifestati con il Novara. Il successo meritato ai danni dei piemontesi ha interrotto un digiuno che durava da cinque gare e che rischiava di inceppare ancora di più un meccanismo che fino al derby con il Como si era rivelato inappuntabile. Ora l'obiettivo è riprendere il cammino senza sbalzi di rendimento e per farlo servirà domani (ore 15) il miglior Lecco, perché il Grosseto è avversario di buon livello, desideroso soprattutto di conquistare la prima vittoria casalinga della stagione dopo un pareggio e tre sconfitte. I toscani hanno finora costruito le loro fortune in trasferta dove sono riusciti a conseguire quattro successi e un pareggio. Ammontano a 14 i punti incamerati dai biancorossi, uno in meno dei blucelesti ma con una partita da recuperare. Sette dei nove gol all'attivo sono stati siglati in trasferta, mentre cinque delle sei reti al passivo sono state incassate in casa.
"A Grosseto dovremo avere lo stesso atteggiamento evidenziato contro il Novara - ha esordito mister D'Agostino nella conferenza stampa di presentazione - La squadra dovrà essere corta, perché la formazione toscana è abile in contropiede e sa ripartire bene. Sarà inoltre indispensabile fare una partita di grande sacrificio poiché non siamo in tantissimi e di conseguenza qualcuno dovrà disputare ulteriori 90'. Andremo a Grosseto per cercare di cogliere punti importanti, ma fondamentale sarà la compattezza. La battaglia calcistica c'è sempre, soprattutto in Lega Pro, dove prevalgono agonismo e duelli. Poi ci vuole l'inventiva e la personalità da parte dei singoli. Il gol con il Novara ne è un esempio. Dagli attaccanti pretendo proprio ciò che ho visto in occasione della rete ai piemontesi e cioè la capacità di aggredire gli spazi e determinare negli ultimi 25 metri. Tengo poi a sottolineare, che rivedendo l'espulsione di mercoledì sera, D'Anna non aveva l'intenzione di fare male, rispetto a ciò che è successo nel primo tempo, quando si è verificato un fallo su Galli che ne sta pagando le conseguenze. Il giocatore sarà sottoposto a ulteriori accertamenti per capire se si tratta di una cosa lunga."
Mercoledì il Grosseto non ha giocato contro la Juventus U23, in quanto la gara è stata rimandata per gli impegni con le nazionali di molti atleti bianconeri e di due biancorossi (Kalaj e Kraja dell'Albania U21). Ciò potrebbe costituire un vantaggio per i toscani ? " Non so se sarà un vantaggio, oppure no - ha spiegato il tecnico - Resta il fatto che il Grosseto ha avuto una settimana intera per prepararsi. Però rimane tutta una questione di testa. Con il Novara i ragazzi hanno corso per gli interi i 90' e quindi se esiste la positività anche le gambe vanno. Anzi ho detto ai giocatori di tirare un po' la cinghia perché la settimana prossima potrebbe rientrare Cauz, mentre Iocolano sta recuperando. Quindi manca poco per averli a disposizione".
Tornando agli avversari di turno, D'Agostino ha aggiunto: "Il Grosseto ha fatto nove gol, quasi tutti decisivi, alcuni nel finale. Questo significa che non molla mai e quando ha perso non mai è stato di goleada. Prevedo una partita viva fino al termine".

Il Grosseto è reduce dalla sconfitta interna nel derby con la Carrarese (1-0 gol di Infantino su rigore). Il tecnico Lamberto Magrini, nell'occasione, ha schierato: Barosi; Polidori, Gorelli, Ciolli, Campeol; Kraja, Vrdoljak, Sersanti; Cretella; Moscati, Galligani. Modulo: 4-3-1-2. Quest'anno il club maremmano, che vanta sei partecipazioni al campionato di B, presenta una delle formazioni più giovani del girone, con età media di 23 anni. La difesa dei biancorossi (6 gol subiti in 9 gare) appare piuttosto solida mentre in avanti otto delle nove reti portano la firma di Galligani, Boccardi (tre segnature a testa) e Moscati (due) tutti e tre attaccanti. L'altro gol è del difensore centrale Gorelli.
Quanto alla formazione bluceleste, mister D'Agostino dovrà ovviare a diverse assenze. Le ultime due, in ordine di tempo, sono lo squalificato D'Anna e il centrocampista Galli, toccato duro da un avversario mercoledì. Non ci saranno neppure Marzorati, Cauz e Iocolano, mentre torneranno in lista Giudici, Nannini, Kaprof. A Grosseto il tecnico è intenzionato a confermare lo stesso pacchetto difensivo utilizzato contro il Novara, mentre in mediana appare sicuro l'impiego di Marotta al posto dell'infortunato Galli. In attacco spazio a Capogna e Mangni, coppia che sta offrendo sufficienti garanzie. Modulo 3-4-2-1.
Arbitrerà Francesco Carrione di Castellamare di Stabia, assistito dai trevigiani Marco Ceolin e Michele Collavo.

Le altre partite dell'undicesimo turno: Livorno-Carrarese, Novara-Renate, Alessandria-Piacenza, Giana-Pontedera, Pistoiese-Olbia, Como-Pro Vercelli, Pro Patria-Albinoleffe, Pro Sesto-Lucchese, Pergolettese-Juventus U23.

Classifica: Renate 19, Pro Vercelli** 17, Carrarese e Pro Sesto* 16, Pro Patria* e Lecco 15, Grosseto*, Novara e Alessandria 14, Livorno, Como***, Juventus U23* e Pontedera* 13, Pergolettese* e Albinoleffe* 12, Pistoiese e Piacenza* 9, Giana Erminio** 7, Olbia** 4, Lucchese*** 1.

* una partita in meno
** due partite in meno
***tre partite in meno

R.F.
© www.leccoonline.com - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco