Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 114.677.152
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
polveri sottili
Valore limite: 50 µg/mc
indice del 04/03/2021
Merate: 53 µg/mc
Lecco: v. Amendola: 42 µg/mc
Lecco: v. Sora: 32 µg/mc
Valmadrera: 39 µg/mc
Scritto Martedì 24 novembre 2020 alle 19:41

''Arte San Martino'': lanciata una borsa di studio per due giovani

Remigio Morelli e Nicolò Tomaini
È stata pensata per "dare una spinta" a un settore con grandi potenzialità, credendo nei giovani e nella forza della cultura, la nuova iniziativa del servizio Workstation della Comunità Montana Lario Orientale Valle San Martino, grazie alla quale è stata lanciata una "doppia" borsa di studio a sostegno di ragazzi e ragazze interessati a intraprendere un percorso di alta formazione post diploma nell'ambito delle arti figurative.
Il progetto, che prevede l'assegnazione di due contributi da 1.400 euro ciascuno, è stato reso possibile dalla Fondazione Comunitaria del Lecchese - tramite il bando "Prendiamoci cura di noi" - e dall'impegno congiunto di Remigio Morelli e Nicolò Tomaini, con quest'ultimo che ha donato allo scopo alcune sue opere grafiche; è stato poi l'amico "Remo", barbiere già noto sul territorio per il suo sostegno a iniziative sociali messe in campo fin dal 2011 in sinergia con il Comune di Olginate, ad occuparsi di "riempire" il salvadanaio posizionato sul bancone del suo negozio, per riuscire a supportare concretamente quello che in un primo momento era soltanto un sogno nel cassetto.
"Purtroppo si dedica poca attenzione all'arte contemporanea: è sempre molto difficile portare avanti percorsi di questo tipo, nonostante viviamo in un Paese estremamente ricco di potenzialità" ha commentato Morelli. "Questo vuole essere soltanto un piccolo gesto per far decollare un settore un po' bistrattato, ritenuto improduttivo, oltre che per dare una mano ai giovani. Qualcuno ha detto che con la cultura non si mangia: non è assolutamente vero, al contrario la cultura arricchisce, e dovremmo ricordarcelo soprattutto in questo periodo, per lanciare una vera ripartenza".
"Troppo spesso ci dimentichiamo del nostro potenziale" ha concordato l'artista lecchese Nicolò Tomaini. "Questa iniziativa è solo una goccia, che però può dare la possibilità concreta a due giovani di intraprendere un percorso di studi in un ambito già di per sé difficile, che la pandemia non ha di certo agevolato. E le conseguenze possono essere positive anche per la nostra piccola realtà locale".
Per partecipare al bando "Arte San Martino – Remigio Morelli e Nicolò Tomaini" è infatti necessario presentare anche un elaborato relativo a un progetto artistico-turistico realizzabile sul nostro territorio grazie alle competenze acquisite durante il percorso sostenuto dalla borsa di studio, aprendo così nuove prospettive creative per il futuro, più che mai cruciali in questo periodo. I candidati devono avere un'età compresa fra i 17 e i 28 anni, ed essere residenti in uno dei paesi della Comunità Montana (Calolziocorte, Carenno, Vercurago, Garlate, Olginate, Valgreghentino, Erve o Monte Marenzo).
Il bando, aperto fino alla fine di gennaio 2021, è disponibile sul sito e sui canali social di Workstation (CLICCA QUI).
B.P.
© www.leccoonline.com - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco