Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 146.406.709
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
Scritto Mercoledì 25 novembre 2020 alle 14:08

Il sostegno che non sta dietro le transenne

Cara Leccoonline
Son convinto che l'accoglienza sia attenzione verso le fragilità e non sufficienza e (pseudo)anarchia che in troppi casi è solo menefreghismo.

Per questo trovo un finto scoop e una costruzione di precaria polemica, il susseguirsi di indignate e poco argomentate contrarietà per le transenne, comparse ieri, a chiudere il portico di Palazzo delle Paure a Lecco, azione che ha impedito dimora e riparo per 2 o più persone senza fissa dimora.

La vera unica contrarietà sarebbe se le transenne son state una cattiva sorpresa proprio a loro. Son, invece, da condividere se son ripristino di sanità e igiene e questo ripristino, appunto, abbia contemporaneamente attivato Amministrazione, Servizi sociali e Associazioni di assistenza che ogni sera si fan samaritani con chi quei luoghi li fa propri.

Spero che la Casa della Carità di Caritas a Maggianico, per esempio, sia un posto dove queste persone vogliano andare, dove, peraltro, son presenti anche sostegni multipli.

Credo che l'accoglienza non sia far finta che lasciarli lì sotto sia sostegno.
Quello spazio, autoadibito a ricovero, non è né assistenza né da legittimare. Più per riconoscere dignità che decoro.
(questo per rispondere anche alla strumentalizzazione e retorica dei consiglieri di "Lecco merita di più")

Ovviamente, si può convenire in molti, la Mostra del Prevosto ha accelerato i tempi. Anche per la vista e non solo per sicurezza sanitaria.
Però non era possibile lasciare così una situazione. Tanto più che ci sono luoghi già oggi alternativi di vero riparo e reale assistenza.
E’ tutto nel modo con cui si fanno le cose e le scelte.

Ecco sarebbe bene sapere - anche in Coniglio Comunale stasera -  se gli è stato offerto altro o si son trovati un muro di reti davanti. Per far vedere al pubblico la Misericordia del Lotto e nascondere quella (eventualmente) negata agli uomini.
Paolo Trezzi
© www.leccoonline.com - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco