Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 158.949.199
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
Scritto Martedì 01 dicembre 2020 alle 10:15

Olginate: 250.000 € per l'area esterna all'ex Municipio, altri fondi per il 'post lockdown'

Non solo i lavori sul lungolago, per una spesa complessiva di 650.000 euro. Un'altra importante (e quasi inattesa) opera vedrà presto la luce a Olginate, grazie a un investimento da 250.000 euro che l'Amministrazione Comunale ha deciso di affrontare lasciandosi "ingolosire" dalla programmazione di un intervento "secondario": la sostituzione in loco di una serie di tubi dell'acqua a cura di Lario Reti Holding ha infatti fornito l'assist perfetto per pianificare la riqualificazione dell'area esterna all'ex Municipio, a completamento delle opere tuttora in corso sullo storico edificio. Il progetto prevede la realizzazione di nuovi parcheggi sul lato posteriore dell'immobile, il ripristino del viale dei tigli e la piantumazione di altre due essenze (forse platani), nonché una ripavimentazione generale dell'area. I fondi necessari sono stati ricavati in larga parte dall'avanzo di amministrazione, di cui altri 350.000 euro sono stati destinati alla copertura delle spese per il lungolago in aggiunta ai 300.000 erogati dall'Autorità di Bacino.

L'assise

"Non è stato semplice decidere di investire così tanti soldi: ci abbiamo pensato a lungo e abbiamo anche dovuto "convincere" il revisore, ma il nostro bilancio - nonostante le difficoltà di quest'anno - aveva trovato un buon punto di equilibrio, pertanto abbiamo scelto di procedere in questo modo" ha sottolineato il sindaco Marco Passoni in Consiglio Comunale dopo la spiegazione dell'assessore Roberta Valsecchi e della ragioniera Paola Gnecchi.
Nell'elenco dei lavori pubblici del 2020 - aggiornato a seguito di queste novità - sono stati inseriti anche la sostituzione dell'impianto termico della Scuola Secondaria di I grado, una serie di asfaltature e il progetto per la nuova viabilità in via Redaelli, oltre che il rifacimento del tetto della palestra (e del cappotto esterno): un intervento, quest'ultimo, che secondo il capogruppo di minoranza Riccardo De Capitani "è arrivato in ritardo di almeno due anni". "Nell'attesa sono stati spesi ben 70.000 euro per il parquet che nel frattempo - proprio a causa delle infiltrazioni dall'alto - si è già rovinato: qualcuno dovrà prendersene la responsabilità" ha commentato. "Siamo felici, comunque, dell'esito delle altre opere, che anche noi avremmo portato avanti senz'altro essendo nel nostro programma elettorale. Non siamo del tutto convinti, invece, di un aspetto relativo ai lavori in via Redaelli: a breve chiederemo una modifica del progetto per quanto riguarda l'intersezione con via Aspide, davvero troppo pericolosa; è già un miracolo che non sia ancora successo niente...".
Pronta la replica del sindaco, che ha dichiarato di accettare di buon grado "non solo gli elogi, ma anche le critiche". "Abbiamo deciso di rifare il parquet della palestra per consentire ai cestisti della NPO di continuare a giocare in casa, nonostante fossimo consapevoli delle possibili conseguenze: ai tempi non era possibile intervenire sulla copertura, lo facciamo ora affrontando anche tutto il resto" ha spiegato il primo cittadino. "Negli ultimi tempi abbiamo messo tanto sul piatto, chiedendo importanti sforzi ai nostri dipendenti: siamo certi però che i risultati si vedranno".

Il progetto per la riqualificazione dell'area esterna all'ex Municipio

Un ringraziamento al personale comunale, e in particolare a quello dell'ufficio tecnico, è giunto anche dal vice sindaco Marina Calegari, che ha sottolineato come nulla sia stato lasciato al caso, "in un minuzioso lavoro di verifica e progettazione". "In questi anni abbiamo sempre dimostrato una grande capacità di progettazione, al di là delle disponibilità economiche del momento: siamo stati pronti a cogliere le varie opportunità rispettando gli impegni presi con convinzione e tenacia" ha aggiunto il capogruppo di maggioranza Antonio Sartor. "Anche per il lungolago abbiamo agito bene, mantenendo un serio rapporto con il Parco Adda Nord senza cercare scorciatoie e arrivando fino in fondo: è un ottimo traguardo".
Come dicevamo, nonostante qualche incognita sulle entrate tributarie e sui ristori in arrivo dal Governo, il bilancio dell'ente è risultato in equilibrio, lasciando peraltro "liberi" alcuni importanti contributi stanziati nei mesi scorsi: il Comune si è infatti trovato a disposizione 25.000 euro tra i circa 70.000 previsti nel "fondo" di sostegno ad aziende e commercianti penalizzati dal lockdown primaverile, nonché altri 37.000 euro di "buoni spesa" e un ulteriore tesoretto di 33.000 euro, che potrebbe essere sfruttato per andare incontro a situazioni di povertà alimentare, abitativa, educativa o digitale.
"Credo che per molte persone le difficoltà arriveranno più avanti, quando verrà meno il blocco dei licenziamenti e degli sfratti: queste risorse si renderanno utili" ha evidenziato il sindaco. "Per le imprese - ha invece puntualizzato in conclusione l'assessore Roberta Valsecchi - stiamo valutando la possibilità di erogare contributi mirati anche a quelle che, tra la prima e la seconda ondata di Coronavirus, non sono state raggiunte dai ristori perché non formalmente obbligate allo "stop" dell'attività, ma che comunque hanno riscontrato problemi di vario tipo a causa delle conseguenze della pandemia: il nostro aiuto vuole certamente essere "rapido", ma ci stiamo prendendo del tempo per regolamentare al meglio questi provvedimenti e renderli più personali, a seconda delle singole esigenze".
Le variazioni di bilancio e l'elenco annuale dei lavori pubblici sono stati approvati con l'astensione dei quattro consiglieri di minoranza (Riccardo De Capitani, Andrea Secchi, Selene Ratti, Rosa Amati).
B.P.
© www.leccoonline.com - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco