• Sei il visitatore n° 164.266.242
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
Scritto Martedì 01 dicembre 2020 alle 16:09

Lecco: le penne nere piangono la scomparsa di Nino Venditti

Nino Venditti
Gli alpini piangono la scomparsa di Antonio (Nino) Venditti, 87 anni, nativo di Genova, ma lecchese dagli anni dell’adolescenza, quando prese residenza a Valmadrera, dove era iscritto al gruppo delle penne nere presieduto da Mario Nasatti. Era stato insignito del riconoscimento di cavaliere della Repubblica Italiana; era stato premiato anche come alpino meritevole dalla sezione ANA di Lecco.
Tecnico alla Fiocchi Munizioni nel quartiere lecchese Belledo, Nino Venditti aveva svolto il servizio militare di leva come artigliere delle truppe alpine. Era da sempre iscritto all’Ana dove, nell’ambito della sezione di Lecco è stato attivissimo, svolgendo diversi incarichi, in particolare come redattore capo del periodico sezionale “Penna Nera delle Grigne”.
Il presidente UNUCI Giovanni Bartolozzi ricorda Venditti come compagno di classe al Parini nel primo anno di ragioneria, con il preside prof. Ettore Penasa. “E’ nata allora – dichiara Bartolozzi – un’amicizia che è sempre durata in un lungo cammino esistenziale. Alla Fiocchi Munizioni si era distinto con competenza professionale; nelle file delle penne nere è sempre stato apprezzato per fedeltà ed impegno operativo”. Anche Mario Nasatti, capo gruppo di Valmadrera e presidente del Nastro Azzurro di Lecco ricorda commosso Nino Venditti che, pur abitando ultimamente a Lecco, in quartiere Belledo, era rimasto iscritto al gruppo di Valmadrera, al quale aveva subito aderito, appena congedato dal servizio militare.
Nino Venditti era stato proprio sabato colpito da un gravissimo lutto familiare, con la scomparsa della consorte Adele Riva, spensasi a 81 anni per un improvviso arresto cardiaco.
"Ho voluto manifestare alle figlie Mariella e Amedea il dolore personale per la perdita di un amico, la partecipazione dell’Amministrazione Comunale in particolare per il dramma che la loro famiglia sta vivendo in pochi giorni"  le parole del sindaco Antonio Rusconi. "Di Nino rimarrà vivo a Valmadrera il ritratto di una persona stimata e generosa".
© www.leccoonline.com - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco