• Sei il visitatore n° 164.836.495
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
Scritto Venerdì 04 dicembre 2020 alle 18:30

Valmadrera: dopo 9 anni è assolto dall'accusa di circonvenzione di incapace

Colpevole di essersi guadagnato un posto nel cuore di quattro anziani di Valmadrera: è l'unica sentenza di condanna che può essere pronunciata nei confronti di un uomo, assolto in tribunale dal reato di circonvenzione di incapace dal giudice dell'udienza preliminare Salvatore Catalano.
L’indagato per anni si era preso cura di tre sorelle e un fratello – tutti nubili e celibi, con problemi di salute e senza figli - che già dal 1981 erano sotto la tutela dei servizi sociali del Comune di Valmadrera: piccoli gesti quotidiani (andare a fare spesa, alle poste, in banca) che con il passare degli anni gli hanno fatto conquistare la fiducia dei suoi beneficiari. Tant'è che due sorelle avevano deciso di lasciargli la loro parte di nuda proprietà della loro abitazione.
La cessione, che era avvenuta a titolo di donazione, aveva insospettito l'avvocato nominato dal Tribunale come amministratore di sostegno dei fratelli che, allertato dai servizi sociali comunali, il 26 ottobre 2011 aveva presentato un esposto in Procura di Lecco.
Se il PM ha chiesto il rinvio a giudizio, l’avvocato difensore Elisa Magni in udienza preliminare a riprova dell'innocenza del proprio assistito, ha presentato al giudice gli estratti dei conti corrente sia dell'indagato che delle presunte vittime: mai negli anni si era approfittato economicamente delle signore che, come da loro facoltà, lo hanno “premiato” con quell’importante dono.
Così, dopo 9 anni di indagine, il giudice Catalano ha chiuso la vicenda, almeno giudizialmente parlando. Stando a quanto riferito dall'avvocato Magnani il minimo che si aspetta il suo cliente a questo punto sarebbero delle scuse da parte del comune.
F.F.
© www.leccoonline.com - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco