Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 158.947.885
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
Scritto Lunedì 07 dicembre 2020 alle 18:40

Olginate: sposati da 66 anni, Giuditta e Luigi Longhi muoiono a cinque giorni di distanza. Avevano contratto il Covid

Giuditta Conti e Luigi Longhi
Sono stati sempre insieme, l'una al fianco dell'altro. Erano uniti in matrimonio da ben 66 anni Giuditta Conti e Luigi Longhi, venuti a mancare a soli cinque giorni di distanza in un periodo costellato da continui lutti: lo scorso 2 dicembre lui, quest'oggi lei, forse dopo aver intuito nel suo cuore che il suo amato marito se n'era andato. Entrambi olginatesi, i due anziani coniugi avevano da tempo problemi di salute e le loro condizioni si erano aggravate per le conseguenze del Covid-19.
"Papà aveva sofferto molto l'isolamento forzato in RSA, con l'arrivo della pandemia ha avuto un crollo evidente" ci ha confidato Massimo Longhi, primogenito della coppia. "Si è spento mercoledì all'ospedale di Merate, dove era stato ricoverato dopo una caduta. Ammetto che quando ho sentito squillare il telefono ho pensato subito alla mamma, che tra i due era la più "acciaccata". Si è arreso prima lui, ma lei l'ha seguito subito...".
Come dicevamo, Giuditta e Luigi - nati rispettivamente nel 1930 e nel 1925 - si erano sposati nel 1954: casalinga lei, operaio lui, hanno trascorso una vita semplice, divisa tra famiglia e lavoro, restando insieme anche negli ultimi anni con il trasferimento alla RSA di Olginate. Longhi - come già scritto - era particolarmente noto in paese per essere stato uno dei fondatori della sezione AVIS, a cui è rimasto sempre molto legato: dopo la pensione si era dedicato al volontariato anche con la Cooperativa Aurora, al fianco soprattutto di anziani e disabili, partecipando inoltre a molte attività dell'Auser.
"Aveva una grande passione per l'arte del traforo, realizzava molte opere che spesso donava per tombolate e iniziative benefiche" ci ha raccontato ancora il figlio. "Anche in RSA passava molto tempo con i suoi attrezzi: era una persona davvero socievole, quest'ultimo periodo gli era pesato molto. Mia mamma forse faceva più fatica a rendersi conto di quanto stava accadendo, ma anche per lei non è stato facile vedere noi parenti soltanto in videochiamata, con tutti i problemi del caso. Sono stati separati per pochi giorni, ora sono di nuovo insieme".
Oltre a Massimo, i coniugi Longhi hanno lasciato anche il figlio Marco, le nuore e i nipoti. I funerali della signora Giuditta saranno celebrati mercoledì 9 dicembre alle ore 11.00 nella Chiesa Parrocchiale di Olginate, che soltanto sabato aveva ospitato le esequie del marito Luigi. Entrambi riposeranno al cimitero locale.
B.P.
© www.leccoonline.com - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco