Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 113.877.737
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
polveri sottili
Valore limite: 50 µg/mc
indice del 23/02/2021
Merate: 80 µg/mc
Lecco: v. Amendola: 54 µg/mc
Lecco: v. Sora: 50 µg/mc
Valmadrera: 71 µg/mc
Scritto Martedì 22 dicembre 2020 alle 12:25

Dervio: con 2 decreti di espulsione aveva  organizzato nozze di comodo, rimpatriato

Avrebbe voluto convolare a nozze. Finità invece su un volo, non per la luna di miele ma affinchè venga data esecuzione alla sua espulsione dal territorio italiano con rimpatrio “forzato” in Marocco. Protagonista della vicenda che nulla a che fare con l’amore è un 33enne di origini magrebine, fermato a Dervio dove – secondo le risultanze investigative della Polizia Locale Associata Alto Lago – era intenzionato a contrarre un matrimonio di comodo con una donna residente in paese, per regolarizzare la propria posizione. Lo straniero, infatti, su cui i riflettori si sono accesi in quanto considerato “persona sospetta” dagli agenti, è risultato dapprima privo di documenti validi per soggiornare in Italia e per attestare il suo ingresso regolare nello Stato; accompagnato dalle divise presso l’Ufficio Immigrazione della Questura di Lecco è stato  sottoposto ai rilievi fotodattiloscopici con le informazioni inserite poi nella banca dati delle forze di polizia; si è arrivati così ad accertare che lo stesso risultava un pluripregiudicato identificato con diversi alias nel passato e destinatario di due decreti di espulsione mai ottemperati. Previa l’esecuzione di tutti gli accertamenti sanitari utili, l’uomo è stato così trasferito presso un centro di Identificazione, espulsione e rimpatrio. Le successive indagini hanno fatto emergere – come anticipato - che lo straniero si trovava a Dervio  per contrarre matrimonio con una donna su cui si stanno concentrando ora gli accertamenti. In ogni caso il presidio e la conoscenza del territorio degli uomini e delle donne della Polizia Locale, la cui prossimità con la cittadinanza li contraddistingue sempre di più, hanno permesso per l’ennesima volta di assicurare alla giustizia e di allontanare un pericoloso soggetto dalla comunità.
© www.leccoonline.com - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco