Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 146.665.565
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
Scritto Martedì 22 dicembre 2020 alle 16:43

Valgreghentino, il volontario Mosè Merlo ricorda l'amico Battista Perego: ''pensava sempre agli altri''

Mosè Merlo
Proprio insieme a lui, nel 2015, aveva iniziato una nuova "avventura" nei Volontari del Soccorso di Calolzio, un'esperienza che non aveva fatto altro che consolidare un'amicizia di vecchia data, nata in un piccolo paese "dove tutti conoscono tutti", o quasi. Oggi, a cinque anni di distanza, Mosè Merlo si trova a piangere non solo un compagno di "uscite" ma un amico vero, una persona solare, generosa e disponibile con tutti, la cui prematura scomparsa ha gettato nello sconforto un'intera comunità: Giovanni Battista Perego, del resto, era conosciutissimo a Valgreghentino e sul territorio limitrofo, dove era parte attiva di molteplici realtà, dall'oratorio al Festival "Musica per il Maestro" di Agorà, dalla Banda di Airuno fino appunto alle "giubbe arancioni" calolziesi, di cui era diventato un importante punto di riferimento.
"Lo vedevo almeno due o tre volte alla settimana nella sede dei Volontari, dove ogni occasione era buona per scambiare quattro chiacchiere e fare due risate" ha voluto ricordare, commosso, Mosè Merlo, che meno di un mese fa era stato colpito da un altro gravissimo lutto famigliare con la tragica scomparsa del nipote Ugo. "Battista era sempre disponibile per un confronto. Proprio con lui avevo affrontato la prova d'esame per entrare nella squadra di soccorritori, iniziando poi i servizi secondari e di emergenza. Sognava di diventare autista delle ambulanze, ma purtroppo il destino ha fermato il suo cammino prima del tempo".
Battista Perego
Come ha raccontato il valgreghentinese, nelle scorse settimane Perego era stato ricoverato in ospedale per sottoporsi a un intervento chirurgico. "Gli ho scritto un messaggio di incoraggiamento, e invece che limitarsi a ringraziarmi ha pensato a me, al momento difficile che stavo vivendo, esprimendomi la sua sincera vicinanza" ha proseguito Merlo. "Ho ancora impressa nella mente una frase che mi ha detto: "Da volontario soccorritore ti raccomando, diamo insieme un po' del nostro tempo alle persone che hanno bisogno di noi, e troveremo tanta serenità nei nostri cuori, vedendo gli altri che stanno bene". Queste parole saranno la sua eredità più grande. Mi aveva promesso che ci saremmo risentiti presto, ma purtroppo non è stato così. Mancherà tantissimo a tutti".
Come già fatto soltanto pochi giorni fa per Vincenzo Palastro, i Volontari del Soccorso di Calolzio parteciperanno alle esequie di Battista Perego con un equipaggio in divisa, per salutarlo un'ultima volta con una preghiera e un giro di sirena, proprio come lui avrebbe desiderato. La cerimonia funebre, in programma per mercoledì 23 dicembre alle 14.30 nella Chiesa Parrocchiale di Valgreghentino, sarà trasmessa anche in diretta streaming sulla pagina Facebook dell'associazione.
B.P.
© www.leccoonline.com - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco