Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 146.417.226
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
Scritto Mercoledì 23 dicembre 2020 alle 08:27

Valgreghentino, cifra record per il Piano Diritto allo Studio: 'è uno sforzo sincero'

Una cifra record, vicina ai 500.000 euro, quella spesa dall'Amministrazione Comunale di Valgreghentino per le sue scuole, a fronte di circa 182.000 euro di entrate. Sono questi i due numeri chiave del Piano per il Diritto allo Studio 2020-21 approvato all'unanimità in aula nella serata di martedì 22 dicembre: un documento che l'assessore all'istruzione Stefania Todeschini ha voluto presentare entro la fine dell'anno, nell'ultimo Consiglio utile, nonostante le numerose incognite dovute all'emergenza sanitaria, a causa delle quali la dirigenza dell'Istituto Comprensivo potrà rendere noto l'elenco definitivo dei progetti -soprattutto digitali - soltanto nel mese di gennaio.
"È un Piano un po' diverso dal solito, che tiene conto delle nuove esigenze emerse nel mondo scolastico dopo l'avvento della pandemia" ha precisato fin da subito la delegata della Giunta, ricordando che solo ad agosto il Comune ha ricevuto le linee guida complete per l'organizzazione dei servizi. "Per il trasporto abbiamo investito 83.600 euro, contro i 36.300 dello scorso anno, dovendo aggiungere un mezzo per garantire il rispetto delle norme anti Covid. Anche la mensa, per cui sono stati spesi 15.000 euro in più, ha subito alcuni importanti cambiamenti: i bambini dell'asilo sono stati divisi in sei "bolle", mentre quelli della Primaria in due turni distinti. Tutto ciò senza toccare in nessun modo le tariffe, rimaste invariate per gli utenti".


L'assise

Nonostante il periodo non facile, l'Amministrazione Comunale ha inoltre aumentato l'impegno economico per l'assistenza educativa a 14 alunni con disabilità (68.700 euro), riuscendo persino a potenziare il Piedibus con l'aggiunta di una linea, per un totale di sette: ben 58 i volontari accompagnatori al fianco dei bambini iscritti, 72 al mattino e 81 al pomeriggio, per un esborso a carico dell'ente di 2.500 euro, necessari principalmente per la copertura delle polizze assicurative. Importante anche la somma - oltre 41.000 euro - stanziata per interventi di manutenzione e adeguamento degli edifici scolastici alle nuove normative: i lavori hanno previsto, tra le altre cose, la creazione di un percorso pedonale per l'accesso "protetto" al Polo, l'inserimento di una parete mobile all'asilo per separare alcuni spazi e l'adattamento dei locali del Centro Prima Infanzia, senza contare gli acquisti di nuovi arredi e attrezzature per i vari ambienti.


In primo piano l'assessore Stefania Todeschini, alla sua destra il collega delegato al bilancio Marco D'Angelo

"Per quanto riguarda i progetti didattici, abbiamo messo a bilancio un'uscita di circa 14.000 euro, oltre a un contributo di 1.262 euro a favore della Causa Pia d'Adda" ha proseguito l'assessore. "Tra quelli dell'Istituto Comprensivo e quelli proposti dalla nostra Amministrazione, figurano anche "Porcospini" (per la prevenzione degli abusi), "La Ruota" (per l'inclusione dei bambini stranieri) e "Io imparo così" (per i disturbi dell'apprendimento), nonché i corsi di madrelingua, educazione stradale e promozione della lettura. L'auspicio è quello di vederli effettivamente realizzati, dopo le interruzioni forzate dello scorso anno". "Al di là di ciò - ha concluso Stefania Todeschini - penso che questo Piano dimostri ancora più del solito l'attenzione che riserviamo alle nostre scuole, la concreta vicinanza alle famiglie. Ci crediamo molto e lo abbiamo dimostrato una volta di più, senza risparmiarci in niente".
Un concetto, quest'ultimo, ribadito anche dal sindaco Matteo Colombo e dal consigliere Grazia Brambilla, già assessore all'istruzione, che ha sottolineato come il grande sforzo relazionale dell'Amministrazione - con la dirigenza, gli altri Comuni del Comprensivo, le associazioni del territorio - abbia dato ottimi frutti: "È un lavoro che non si improvvisa, e che è stato premiato, come dimostra l'esperienza in continua crescita del Piedibus".
Soddisfatti per quanto presentato, nonostante le incognite sul prossimo futuro, anche i consiglieri del gruppo di minoranza "Progetto Futuro". "I soldi destinati alle scuole sono sempre quelli spesi meglio" ha commentato Anna Clara Bassani, di professione insegnante, auspicando che l'anno in corso possa procedere nel modo più lineare possibile e che i progetti in programma possano davvero vedere la luce. "Sarebbe bello parlarne tra qualche mese, tirare le somme e capire che cosa è stato effettivamente fatto" ha aggiunto Stefano Simonetti.
Come anticipato, il Piano per il Diritto allo Studio è stato approvato all'unanimità dei presenti.
B.P.
© www.leccoonline.com - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco