Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 146.417.802
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
Scritto Giovedì 24 dicembre 2020 alle 15:14

Pescate: il sindaco e il covid

Non posso esimermi dal commentare ad alta voce alcuni scritti apparsi in questi giorni:
-    04.12.2020: citazione del sindaco “… i vigili di Pescate nel giorno di Natale non saranno in servizio, e quindi impossibilitati a sanzionare chi vuole passare il Natale nel segno della nostra tradizione… “
-    21.12.2020: sanzionate 30 persone che festeggiavano il Natale (in anticipo) e la citazione del sindaco “… In un periodo come questo in cui tutti sono obbligati a pesanti restrizioni alla propria libertà personale, questi comportamenti denotano assoluta mancanza di rispetto …”.
Sui social c’è chi ha scritto di rilevare una certa incoerenza, chi ha parlato di un messaggio passato in modo sbagliato e che può aver indotto in errore ed anche chi ha chiosato “…dimettiti per coerenza…”. Non sta a me giudicare, semplicemente leggo tali articoli. E continuando la lettura:
-    21.12.2020: “… questi comportamenti denotano assoluta mancanza di rispetto non solo verso i cittadini di Pescate ma soprattutto verso la mia persona che tutti sanno completamente intollerante a questi atteggiamenti contro la salute pubblica …”.
-    Poi il 22.12.2020 vedo queste foto su altro articolo:

La domanda sorge spontanea: anche negli uffici comunali di Pescate vige un protocollo Covid per ridurre la diffusione del contagio? Perché qui, se gli occhi non mi ingannano, non si vede il rispetto del distanziamento, addirittura sono documentati contatti fisici, in alcuni casi abbracci per fare un selfie…
C’è una “bolla” speciale che esclude l’ufficio del sindaco dall’applicazione dei protocolli anti-contagio? Oppure è stato realizzato un editto che impedisce al virus Sars-Cov-2 di accedere all’ufficio del sindaco?
Ma poi rileggo, e tutto diventa chiaro: “… verso la mia persona che tutti sanno completamente intollerante a questi atteggiamenti contro la salute pubblica …”.
Roberto Redaelli
© www.leccoonline.com - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco