Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 114.703.375
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
polveri sottili
Valore limite: 50 µg/mc
indice del 04/03/2021
Merate: 53 µg/mc
Lecco: v. Amendola: 42 µg/mc
Lecco: v. Sora: 32 µg/mc
Valmadrera: 39 µg/mc
Scritto Giovedì 31 dicembre 2020 alle 15:41

Variante di Primaluna: primo passo per un disegno condiviso, incarico alla Serravalle Engineering

Il consigliere delegato alla Viabilità Mattia Micheli
La Provincia di Lecco "manda avanti" l'opera a cui il "Piano per la Lombardia" ha riservato, sul nostro territorio, il "gruzzoletto" più sostanzioso. E lo fa appoggiandosi ad una società dello spessore della Milano Serravalle Engineering S.r.l. Sarà infatti lo studio d'ingegneria della Milano Serravalle - Milano Tangenziali S.p.a. a supportare gli Uffici di Villa Locatelli nella predisposizione dell'analisi progettuale iniziale della così detta Variante di Primaluna, il raccordo lungo la sp62 che, sulla carta, permetterà, di "tagliare fuori" il centro abitato, accorciando i tempi di percorrenza tra Cortenova e Introbio (eliminando le attuali strozzature del paese) e rendendo allo stesso tempo il nucleo più sicuro e vivibile, sviando il traffico di passaggio, soprattutto in relazione ai mezzi pesanti che attraversano la Valle.
13, complessivamente, i milioni di euro destinati dal "Piano Marshall" messo a punto dalla Regione per concretizzare un intervento atteso da tempo, con 750.000 euro allocati sul 2021, 5.250.000 euro sul 2022, 5 milioni sul 2023 e i restanti 2 sul 2024.
"Sui 42 milioni di euro assegnati alla nostra Provincia, si tratta dell'opera più importante dal punto di vista economico, assorbendone da sola 13. Un'opera di peso, attesa da anni dal territorio" argomenta il consigliere delegato alla viabilità Mattia Micheli. "Proprio per questo, dopo i primi incontri con le amministrazioni comunali interessate, abbiamo dato incarico, in chiusura d'anno, alla Serravalle Engineering di assisterci nella predisposizione di uno studio progettuale iniziale sulla base dello strumento urbanistico vigente, suggerendo soluzioni magari alternative a quelle già proposte". L'incarico assegnato, con un impegno di spesa modesto, è dunque propedeutico alla successiva progettazione dell'intervento, previa gara d'appalto. "Si tratta in ogni caso di un passaggio chiave, fondamentale per poi procedere spediti con un disegno condiviso tra tutti i soggetti coinvolti e dunque la Provincia e i Comuni".
Con un primo passo, la macchina procedurale è stata messa in modo. La cifra in ballo è talmente alta da non consentire inciampi. E la Provincia, assicura Micheli, non ha intenzione di perder tempo, avendo finalmente, dopo anni di fatiche a far quadrare i bilanci, le risorse per assecondare (almeno in parte) richieste ben precise avanzate dal territorio.
A.M.
© www.leccoonline.com - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco