Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 109.425.811
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
polveri sottili
Valore limite: 50 µg/mc
indice del 14/01/2021
Merate: 59 µg/mc
Lecco: v. Amendola: 41 µg/mc
Lecco: v. Sora: 33 µg/mc
Valmadrera: 38 µg/mc
Scritto Mercoledì 13 gennaio 2021 alle 08:48

Lecco, DUP/3: continua la lista dei faremo. La digitalizzazione quale 'svolta' al futuro

Continuano gli appuntamenti della Giunta di Mauro Gattinoni per illustrare ai consiglieri comunali, all’interno di commissioni dedicate, il Documento unico di programmazione che guiderà l’azione amministrativa del mandato. Durante la riunione di martedì sera sono stati diversi gli assessori intervenuti per spiegare quali sono i progetti in campo rispetto ai temi di bilancio, ricerca fondi e sviluppo partenariato pubblico-privato, servizi istituzionali e generali, sviluppo economico, innovazione, commercio e attività produttive, Polizia locale, Protezione civile, partecipazione, quartieri, comunicazione e rapporti con i cittadini, evoluzione digitale, pari opportunità, risorse umane e programmazione e controllo strategico, relazioni con altri enti ed istituzioni e società partecipate.
Alessandra Durante
A prendere la parola per prima Alessandra Durante, assessore alla Comunicazione, che ha affermato che tra le priorità ci sarà quella del centralino “primo punto di contatto tra cittadinanza e amministrazione” ma anche reception e portineria: l’obiettivo quello di attivare uno spazio di accoglienza funzionale in grado di svolgere alcune attività così da sgravare gli uffici. Un altro oggetto di lavoro sarà la mappatura dei canali di comunicazione e dei diversi messaggi veicolati, a cui seguirà l’attivazione di ulteriori canali per favorire la comunicazione con i cittadini. Anche il sito internet del Comune verrà rinnovato e sarà rivista l’immagine coordinata: “Tutti i documenti, il materiale informativo e gli eventi dovranno essere riconoscibili dal punto di vista visual e ricondotti alla comunicazione ufficiale del Comune. Anche l’ufficio stampa sarà implementato sulla base delle competenze per migliorare la relazione con i giornalisti e gli organi di informazione, con l’obiettivo di migliorare il flusso di informazioni verso la cittadinanza”.
Per quanto riguarda poi la comunicazione interna è prevista la realizzazione di una intranet e l’implementazione di una newsletter per i dipendenti. Infine, “nel contesto di Welcome in Lecco sarà redatto del materiale di comunicazione in lingua sui servizi e le regole di cittadinanza destinato ai cittadini stranieri che si trasferiscono in città”.
Sempre l’assessore Durante ha spiegato i programmi per quanto riguarda l’efficientamento della Pubblica amministrazione nel rapporto col cittadino, che passeranno attraverso l’introduzione di strumenti digitali per semplificare il rapporto con gli uffici e rendere più efficiente l’attività lavorativa degli stessi. Sarà poi implementata una piattaforma di monitoraggio e valutazione del piano strategico e avviato un progetto sul tema degli opendata e dei bigdata col fine di migliorare la gestione dei dati dei cittadini e semplificare così l’accesso ai servizi. “‘C’è anche un grosso tema di digitalizzazione dell’archivio sul quale stiamo già lavorando e anche altri settori che richiedono un processo di digitalizzazione della parte documentale - ha aggiunto l’assessore alla Comunicazione - Saranno migliorate le connessioni del palazzo comunale e degli hotspot comunali oltre che implementato il cablaggio della città per la fibra. Inoltre, col trasferimento in via Marco d’Oggiono, sarà ripensata la disposizione degli uffici in modo da essere funzionale all’esperienza che il cittadino farà”.
Roberto Pietrobelli
Cambiando decisamente discorso l’assessore al Bilancio Roberto Pietrobelli ha ribadito che tra i suoi compiti ci sarà quello di presentare il bilancio in maniera divulgativa e comprensibile a chiunque. Un’operazione non semplice, sia per la complessità dei dati contabili sia per l’ampiezza degli ambiti contemplati, che punta “non solo a fornire una mera elencazione dei dati economico-finanziari ma anche al tentativo di far capire quali sono le entrate e le spese dell’ente così da mettere i cittadini ma soprattutto i consiglieri in grado di capire i dati di bilancio e fare scelte”. Sarà compito di Pietrobelli anche quello di costituire una cabina di regia che sappia guidare le azioni messe in campo per la gestione dei bandi di finanziamento ai quali il Comune parteciperà. “È necessario rendere questa funzione strutturale, creando un ufficio che sappia coordinare questo intervento, avvalendoci in una prima fase di consulenze esterne ma anche facendo crescere delle competenze e delle professionalità all’interno”. Per quanto riguarda altre funzioni che fanno capo all’assessorato, ci sarà da monitorare tributi e aliquote tributarie con lo scopo di garantire il gettito necessario per la conservazione equilibri di bilancio, cercando di interpretare le possibili difficoltà dei cittadini; oltre che sburocratizzare i processi e rendere più flessibile il lavoro, contrastando l’evasione e collaborando con le società partecipate.
Renata Zuffi
Un altro capitolo affrontato dalla commissione II è quello delle Pari opportunità: la Giunta intende portare avanti il progetto STAR, ma anche una campagna di sensibilizzazione sul tema della valorizzazione della differenza, in particolare in ottica preventiva. “Vorremmo creare uno spazio fisico che sia riconosciuto come casa delle differenze e delle pari opportunità - ha detto l’assessore Renata Zuffi - allargando lo sguardo dal tema della violenza domestica a quello del lavoro e della cura, valorizzando anche l’elemento maschile per uscire dal tunnel della violenza”.
Simona Piazza
È stata invece il vicesindaco Simona Piazza a presentare la strategia di sviluppo della Polizia locale e della Protezione civile. Gli obiettivi sono quelli di potenziare il coordinamento istituzionale della Polizia locale attraverso il rinnovo delle convenzioni e l’attivazione di servizi coordinati dai vigili lecchesi con altre realtà e il potenziamento del sistema di tracciabilità delle targhe, portare avanti il processo di ammodernamento e semplificazione amministrativa sui procedimenti di competenza della PL, garantire la sicurezza stradale e il controllo del territorio potenziando i servizi che la PL svolge anche in orari notturni, per garantire maggior presidio, e migliorare la percezione della sicurezza in città, lavorando con cittadini e associazioni del territorio, attraverso l’attuazione di strumenti di sicurezza partecipata in primis quello del controllo di vicinato e l’implementazione del servizio di video-sorveglianza. Per quanto riguarda invece la Protezione civile, saranno progettati percorsi di sensibilizzazione con le scuole e azioni di cittadinanza attiva, oltre che interventi di monitoraggio e messa in sicurezza dei siti a rischio. Se al momento la priorità resta la gestione dell’emergenza sanitaria, sarà presidiata anche la capacità di gestione delle emergenze per stato calamitoso e verrà promosso un nuovo regolamento del gruppo dei volontari comunali e una campagna di avvicinamento di nuove forze. Nel 2022 è previsto l’aggiornamento completo del piano di emergenza comunale”.
Giovanni Cattaneo
Voltando di nuovo pagina l’assessore all'Attrattività territoriale Giovanni Cattaneo ha descritto come lo sviluppo economico della città passerà attraverso i rioni, il miglioramento e l’evoluzione dello Sportello unico delle attività produttive, la promozione della competitività e dei talenti. “Già con la progettazione dei Buoni spesa e con l’ordine del giorno sulla gestione dell’emergenza abbiamo imboccato la direzione tracciata nel Dup ma va dato un segno forte di attenzione a chi ha mantenuto nel tempo la propria attività all’interno dei rioni. Per quanto riguarda il Suap sono già state avviate attività importanti per il miglioramento dell’accesso allo sportello e l’evoluzione digitale. Per stimolare la competitività vogliamo realizzare iniziative per favorire dei percorsi di orientamento e la valorizzazione talenti, nelle forme e nei luoghi che possano diventare una leva significativa per attirare nuove esperienze imprenditoriali. La sfida dell’innovazione è quella di rendere utili e intelligenti le infrastrutture tecnologiche di cui disponiamo per fornire ai cittadini servizi migliori e all’amministratore delle informazioni utili nell’orientare le decisioni che vengono prese”.
Il sindaco Mauro Gattinoni
È stato il sindaco a chiudere concentrandosi sul tema delle società partecipate: Linee Lecco, Silea, Lario Reti Holding e l’Impresa sociale Girasole, partecipata indirettamente attraverso l’adesione all’Associazione intercomunale che partecipa col 49 per cento nella compagine sociale. “Lo scopo di queste società è quello di fungere da braccio operativo delle amministrazioni pubbliche e quindi in questi contesti devono esplicarsi le linee di visione che il Comune intende imprimere. Certo Lecco, seppur abbia quota rilevante - tra il 20 e il 27 per cento di Silea e Lrh - rimane minoritario e le politiche devono essere condivise con gli altri sindaci attraverso un dialogo con il territorio che deve essere molto concreto e superare la mera appartenenza: devono rispondere ad un solo orientamento che è massimizzare i vantaggi per il territorio. I temi con cui le partecipate hanno a che fare, dalla gestione dei rifiuti, all’acqua, ai servizi sociali, sono temi del domani e dobbiamo infondere nella gestione una certa visione di futuro che spero sia condivisa”.


Articoli correlati:
M.V.
© www.leccoonline.com - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco