Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 114.662.489
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
polveri sottili
Valore limite: 50 µg/mc
indice del 04/03/2021
Merate: 53 µg/mc
Lecco: v. Amendola: 42 µg/mc
Lecco: v. Sora: 32 µg/mc
Valmadrera: 39 µg/mc
Scritto Domenica 24 gennaio 2021 alle 11:55

Più che toponomastica, tartaruga

Cara Leccoonline,

Visto che domani sera c'è Consiglio Comunale....
È una somma di piccole cose.

Ci sono due impegni facili per esercitare memoria che mi auguro l'amministrazione faccia.
Uno doveroso, l'altro auspicabile.

Quello doveroso attende da oltre 5 anni.
Era metà aprile 2015, dopo lungo dibattito, il Consiglio votò ampiamente a favore, 21 a 7, per ripristinare nella toponomastica ufficiale (per i cittadini è sempre rimasta tale) il nome di "Piazza della Stazione" mettendo via quello di "Piazza Lega Lombarda" e con esso la stagione dell'utilizzo pernicioso di fatti storici.

Da quel dì, malgrado solleciti, amnesie più o meno finte e interpellanze tutto è ancora disatteso.

Carta straccia gli impegni e Atti deliberativi del Consiglio Comunale.
Paura, negligenza, arroganza, mancanza di rispetto, tra le ragioni principali.

Ci vollero anni, stesso motivo, per rimuovere la Lapide fascista sul muro dello stadio

È il caso di risollecitare serietà.
Ci vuole un minuto e trenta secondi.
Senza bisogno nemmeno di cambiare passo.
Un cacciavite e una telefonata al Prefetto.
Non si perde tempo per le cose importanti, anche se rispettare la parola data lo dovrebbe essere, o no?

Se non si è in grado di fare le piccole cose da due minuti figuriamoci che intortamenti per quelle grandi.

Il secondo impegno, quello auspicabile, è un altro cambio di denominazione toponomastica, ma se ne può parlare il 10 febbraio.
Una cosa alla volta :-)

Paolo Trezzi
© www.leccoonline.com - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco