Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 138.009.360
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
Scritto Martedì 26 gennaio 2021 alle 18:18

Lago: problemi d'orario per gli studenti delle superiori, si cerca una soluzione

La nuova organizzazione scolastica messa a punto per garantire il ritorno tra i banchi in sicurezza del 50% degli studenti delle superiori ieri, al suo esordio, ha evidenziato almeno una "falla". A venire penalizzati sono i ragazzi residenti sul Lago, da Abbadia a salire ed in particolare. L'inghippo sta nella mancata coincidenza tra gli orari del trasporti pubblico e le nuove campanelle d'entrate e uscita, in particolare per chi deve iniziare le attività alle 9.40 e finirle alle 11.20. Un "difetto" che porta dunque i giovani "lagheè" a sostare per oltre un'ora a vuoto a Lecco. Per tentare di risolvere la criticità, emersa subito ieri, già quest'oggi si è riunito un tavolo di lavoro tra le autorità locali, RFI, Trenord, il provveditorato e l'azienda per il trasporto pubblico locale con la Prefettura quale imprescindibile cabina di regia. "Sono stati presentati i problemi principali legati all'ingresso a scuola alle 9.40 e l'uscita alle 11.20 che fanno permanere i ragazzi a Lecco per quasi un ora senza impegni" ha sintetizzato il sindaco di Mandello Riccardo Fasoli. "Difficile identificare il puntuale numero di alunni che ogni giorno iniziano o terminano le lezioni negli orari più critici e per questo si è optato per la ricerca di una soluzione che guardasse di più al servizio ferroviario anziché al sistema su gomma (che permette capienze minori). Questo anche nell'ottica della ripresa al 75% delle lezioni in presenza, sempre ad ingressi scaglionati.
E' allo studio una soluzione da parte di RFI e Trenord che si prevede di discutere giovedì", nella speranza di trovare la quadra il prima possibile in favore di tutti gli studenti della sponda orientale del Lago.
© www.leccoonline.com - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco