Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 146.415.768
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
Scritto Martedì 02 febbraio 2021 alle 12:40

Calcio Lecco, 22ma giornata: mercoledì la trasferta contro l'Alessandria

Rilanciati dal successo interno con il Livorno, i blucelesti fanno tappa ad Alessandria nella gara infrasettimanale del ventiduesimo turno. Si tratta del primo dei tre match di ferro che vedranno il Lecco sfidare il Como domenica prossima e successivamente la Carrarese. Ma ora concentrazione massima sulla delicata partita di domani (ore 15) al “Moccagatta”, contro una squadra che alla vigilia era considerata tra le favorite per la vittoria nel campionato. I grigi, terzi a quota 37 ( + 4 sul Lecco), hanno accusato soprattutto all'inizio del torneo delle battute a vuoto, ma in seguito si sono ripresi, rientrando nei quartieri alti della classifica. Alessandria-Lecco sarà uno dei big match della giornata, insieme con Como-Juventus U23 e Pro Vercelli-Renate. 

“ L'Alessandria è una squadra che crede nella promozione, tant'è vero che ha investito molto, pure nel mercato di gennaio – ha esordito mister Gaetano D'Agostino in videoconferenza – Nei singoli è veramente forte ma ciò non deve intimorirci.  Ci giocheremo le nostre possibilità, non dico a viso aperto perché si tratta di una partita importante contro una squadra che possiede giocatori capaci di determinare in qualsiasi momento. Metteremo le nostre idee in campo, attraverso una gara agonisticamente maschia”.    

D'Agostino, allenatore dei grigi fino al 17 febbraio 2019, è atteso anche per motivi di rivalsa nella città piemontese.  

“ Il dente avvelenato nei miei confronti ? Contro di me può starci ma non contro il Lecco che l'anno scorso ha subito un gol che non c'era, uscendo dal campo con zero punti. Per me Alessandria ha rappresentato un periodo di crescita nel momento più buio della società.  Mi avevano chiesto la salvezza, forse i playoff e tanta valorizzazione. Quello stavo facendo”.

Oggi l'Alessandria è allenata da Moreno Longo (l'anno scorso al Torino) che ha rilevato  Angelo Gregucci un paio di settimane fa, quando la squadra si trovava al quarto posto. Con Longo in panchina, i piemontesi si sono imposti nelle ultime due gare battendo Pistoiese e Olbia. Per quanto riguarda il rendimento complessivo, la formazione piemontese ha fin qui conquistato undici vittorie, quattro pareggi e rimediato sei sconfitte. Al “Moccagatta” ha collezionato sei successi e un pari, mentre i ko incassati sono stati tre per mano di Novara, Grosseto e Como. 

Con diciannove gol subiti in ventuno gare, vanta la seconda miglior difesa del girone dopo quella della Pro Patria, mentre l'attacco con ventinove reti siglate, si piazza al quarto posto. Sedici di questi gol sono autografati dagli attaccanti Eusepi ed Arrighini (otto a testa).            

Domenica scorsa a Olbia (successo per 2-1) mister Longo si è affidato al modulo 3-5-2, schierando dall'inizio: Pisseri; Bellodi, Cosenza, Prestia; Mustacchio, Bruccini, Giorno, Chiarello, Parodi; Corazza, Arrighini.

Lecco ed Alessandria può definirsi un incontro classico, visti i numerosi precedenti. Il primo di questi confronti si  giocò il 24 dicembre 1950 al “ Mario Rigamonti” ed era valido per la quattordicesima giornata del campionato di C 1950/51. Di fronte a 2000 spettatori e su un terreno inzuppato dalla pioggia, gli aquilotti guidati dal tecnico Ugo Lamanna prevalsero per 1-0 grazie a un gol di Vecchio. Ad Alessandria, nel return-match, si affermarono gli “orsi” per 1-0. L'ultima delle tante sfide si è disputata lo scorso 7 ottobre e ha registrato il successo interno dei lecchesi per 2-1 con reti di Galli, Iocolano e Mora.

Per il match di domani pomeriggio mister D'Agostino potrà avvalersi di quasi tutti gli effettivi. Mancherà soltanto il  lungodegente Giorgio Galli, fuori dallo scorso mese di novembre per un grave infortunio. Situazione d'abbondanza, dunque, per il tecnico siciliano il quale dovrà assemblare l'undici più efficace da opporre ai grigi. Previsto l'utilizzo dal 1' di Masini che sabato ha debuttato con profitto. Ci sarà una maglia da titolare anche per il difensore Merli Sala. “Per come si è allenato merita di fare una bella “battaglia” contro gli attaccanti alessandrini” ha detto di lui D'Agostino il quale, riferendosi al mercato appena concluso, ha commentato: “ E' rimasta una buona rosa. L'acquisto più strategico è quello di Masini, ragazzo valido anche per la valorizzazione. Posso impiegarlo da mezzala, facendo così spazio a un quarto over. E poi abbiamo optato per Azzi che l'anno scorso alla Pro Vercelli era uno dei giocatori più importanti. Ha grande corsa ed è bravo negli spazi aperti. Si è in pratica puntellato lo spogliatoio, ristabilendo le gerarchie. Il diesse Fracchiolla ha operato in modo intelligente perché avevamo bisogno di ragazzi con stimoli diversi.

L'obiettivo era acquisire giocatori con caratteristiche diverse rispetto a quelli che ci sono già. Il girone di ritorno è un altro campionato, ragione per cui avevamo bisogno anche di mettere struttura. Azzi, ad  esempio, è alto quasi 1,90 e sarà utile sui terreni pesanti e sulle seconde palle.  Pure Masini è muscolare, avendo nella tenuta atletica la sua forza. Faccio presente che nessun giocatore che è andato via mi ha mai dato la sensazione di aver perso stimoli. I nuovi stimoli li offre una piazza bella come Lecco”.

Arbitrerà Luigi Catanoso di Reggio Calabria.

LE ALTRE PARTITE DEL 22° TURNO
: Pontedera-Carrarese, Pro Patria-Olbia, Pro Sesto-Albinoleffe, Grosseto-Lucchese, Giana E. - Novara, Pergolettese-Pistoiese, Livorno-Piacenza, Pro Vercelli-Renate, Como-Juventus Under 23.
© www.leccoonline.com - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco