Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 114.489.254
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
polveri sottili
Valore limite: 50 µg/mc
indice del 02/03/2021
Merate: 47 µg/mc
Lecco: v. Amendola: 34 µg/mc
Lecco: v. Sora: 31 µg/mc
Valmadrera: 33 µg/mc
Scritto Sabato 20 febbraio 2021 alle 16:41

Calolzio: è scomparsa a 92 anni la maestra Piera, catechista e 'memoria storica' della frazione Cornello

Piera Ferrari
È scomparsa giovedì 18 febbraio all'età di 92 anni Piera Ferrari vedova Vertemati, "storica" maestra calolziese. Originaria della frazione Cornello, faceva parte della famiglia Offredi, i cui eredi ancora oggi sono proprietari del vecchio mulino che fino alla metà degli anni '60 sfruttava l'acqua del torrente Gallavesa per fornire l'energia meccanica per l'azionamento dei magli utilizzati nella forgiatura di manufatti in acciaio e utensili.
Come hanno ricordato i suoi famigliari, la signora Piera era stata come tante altre sue coetanee, ormai quasi tutte scomparse, studentessa dell'Istituto Magistrale delle Suore Orsoline del Sacro Cuore, con sede proprio a Calolzio: aveva quindi ottenuto l'abilitazione all'insegnamento nel 1947, iniziando subito a svolgere l'attività di maestra di scuola elementare nella provincia di Bergamo.
"Allora bisognava andare dove si veniva chiamati e quindi, con il bello e il cattivo tempo, si doveva anche accettare di recarsi nei piccoli centri periferici che, scarsamente collegati con i mezzi pubblici, richiedevano il ricorso alla bicicletta e talvolta ai ciclomotori, i primi prodotti al tempo" ci hanno raccontato i figli della donna, riportando alcuni dei tanti aneddoti rimasti nei ricordi più belli della mamma. "Quanti viaggi con l'Aquilotto di casa Guzzi prestato dallo zio Vittorio, che dagli anni '30 aveva in gestione il Bar Buffet della Stazione... Poi è arrivato il matrimonio con l'amato Antonio e la nascita di noi figli, con la scelta di interrompere il lavoro per riprenderlo successivamente e continuare a insegnare ininterrottamente nella scuola elementare fino alla fine degli anni '80. Ancora oggi tanti suoi alunni, che la ricordano come educatrice entusiasta della propria professione, la chiamavano con il semplice appellativo di "maestra Piera"".


Il diploma di abilitazione all'insegnamento ottenuto dalla signora Piera nel 1947

Raggiunta l'età della pensione, la signora Ferrari si era poi impegnata in Parrocchia come catechista, mentre con l'arrivo degli amati nipoti Anna, Silvia e Paolo aveva cominciato a dedicare tanti pomeriggi ai bimbi delle scuole dell'Infanzia, raccontando fiabe e aneddoti della "sua" comunità.
La "maestra Piera" ha lasciato, appunto, i due figli Carlo e Franco, la nuora Raffaella e i tre nipoti. I funerali si sono svolti nella mattinata di oggi, sabato 20 febbraio, nella Chiesa Arcipresbiterale di Calolzio.
B.P.
© www.leccoonline.com - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco