Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 114.490.338
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
polveri sottili
Valore limite: 50 µg/mc
indice del 02/03/2021
Merate: 47 µg/mc
Lecco: v. Amendola: 34 µg/mc
Lecco: v. Sora: 31 µg/mc
Valmadrera: 33 µg/mc
Scritto Domenica 21 febbraio 2021 alle 17:17

Valmadrera (Parè): la prima regata velica classe Ilca 4/6/7

Nella speranza che non si torni di nuovo chiusi in casa per l'emergenza Covid-19 e si cancellino anche quest'anno tutte le competizioni sportive, si è svolta a Parè di Valmadrera la prima regata velica della XV Zona e riservata alle classi Ilca 7/6/4, organizzata in modo impeccabile dal Circolo Velico Tivano di Valmadrera (CVT). Debutto agonistico a cui ha presenziato anche il neo presidente della XV Zona Fiv (a cui appartiene il lago di Como), Davide Ponti. Le classi Ilca 7/6/4 altro non sono che le nuove denominazioni delle ex classi Laser:  rispettivamente Standard, Radial e 4.7 a seguito della riorganizzazione dell'associazione internazionale di classe (International Laser Class Association). 70 partenti al via e tre prove disputate per la classe Ilca 7 (ex Laser Standard), mentre due soltanto a causa del vento per le altre due classi.

Pietro Nicolini (CV Canottieri Intra) nella Ilca 7, Alessandro Merlo (CV Bellano) nella Ilca 6 e Francesco Castelli (CVT) nella Ilca 4 sono risultati vincitori nelle rispettive categorie al termine di prove combattute e avvincenti, con vento inizialmente da nord (un Tivano sui 10 nodi) nelle prime due prove della classe Ilca 7 e nella prima prova per le altre due classi. Vento poi girato da sud (Breva) che ha costretto il Comitato di Regata (composto dal presidente Eugenio Valsecchi e dai giudici di regata Antonio Cozzoli, Fernando Del Parigi, Lorenzo Crippa, Alessandro De Felice) a girare completamente il campo di regata per l'ultima prova partita ormai dopo mezzogiorno, troppo tardi per disputare la terza prova per le Ilca 6 e 4. Da sottolineare le due vittorie di Nicolini e Castelli, il primo in quanto ha surclassato gli avversari con tre primi posti, il secondo perché dividendosi tra gare di sci e regate di vela, durante la stagione invernale si allena esclusivamente tra i paletti, quindi resta a digiuno di allenamenti in barca. Premiati anche i primi classificati Ilca 6 Under 17 e Under 21 Female, Under 19 Boys e Master (da 35 anni in su), rispettivamente Alessandro Merlo, Federica Vitobello (Marvelia), Giovanni Masetti (Marvelia) e Luca Gaburri (CVT), oltre ai primi classificati Ilca 4 Under 16 Boys e Girls, ancora Francesco Castelli e Aurora Pani (Marvelia).

Davide Ponti, presidente neo eletto XV zona FIV

Buone le prove anche degli altri atleti del CVT (7° posto per Leonardo Mattia Memè nella Ilca 4, 9° posto per Cesare Ravizza nella Ilca 6) e grande partecipazione nella Ilca 7, con sei atleti su nove in questa classe, purtroppo tutti giù dal podio. La partenza della regata, inizialmente prevista per le 8,30 di mattina, è slittata di una mezz'ora circa, ma la prima prova delle tre classi si è svolta regolarmente. La seconda partenza della classe Ilca 4 invece, ha dovuto essere ripetuta ben tre volte a causa della partenza anticipata della maggior parte dei concorrenti, costringendo il CdR a esporre alla fine la bandiera nera. Nella terza partenza ben 10 imbarcazioni su 24 sono state così squalificate, perdendo la possibilità di ripartire in caso di annullamento della prova.

Cosa puntualmente avvenuta a causa della cessazione del vento a metà circa del percorso, che ha costretto il CdR ad annullare anche la prova anche della classe Ilca 6 quasi in dirittura d'arrivo. Un ringraziamento è stato rivolto ai componenti del Comitato delle Proteste, composto da Vittorio Merzario (presidente), Giuseppe (José) Ambrogio, Paolo Longhi e Augusto Genesio, questa volta rimasti "senza lavoro" per l'assoluta correttezza delle prove disputate e l'assenza di proteste da parte dei regatanti.

info@tivanovela.it 

http://www.tivanovela.it 

http://www.facebook.com/tivanovela 
© www.leccoonline.com - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco