Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 118.558.268
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
polveri sottili
Valore limite: 50 µg/mc
indice del 08/04/2021
Merate: 21 µg/mc
Lecco: v. Amendoa: 13 µg/mc
Lecco: v. Sora: 15  µg/mc
Valmadrera: 12 µg/mc
Scritto Lunedì 01 marzo 2021 alle 15:39

Lecco: in confessionale rubò 400 euro a Mons.Cecchin, dopo 7 anni è a processo

Monsignor Franco Cecchin
Si era recato in San Nicolò per confessarsi e per richiedere un aiuto economico all’allora prevosto Monsignor Franco Cecchin ma invece di essere uscito con l’assoluzione dei peccati… parrebbe aver commesso un reato proprio tra le mura della Basilica. Il fattaccio risale al 3 febbraio del 2014 ed è approdato questa mattina, a distanza dunque di ben 7 anni, all'attenzione del giudice monocratico Giulia Barazzetta. A processo di Gianfranco B., classe 1961 di Bergamo, accusato di furto aggravato dalla destrezza e approfittando della momentanea assenza della vittima. Pare infatti che l’imputato - assistito d’ufficio dall’avvocato Micaela Plebani, oggi sostituita dalla collega Elda Leonardi - abbia aspettato che il sacerdote si allontanasse dal confessionale per recarsi in sagrestia, per poi di “sfilare” dalle pagine del breviario lasciato sul sedile una busta contenente 400 euro in contanti ed allontanarsi di tutta fretta, lasciando la Basilica.
L’udienza odierna, tenutasi solo per verificare la corretta costituzione delle parti e per verificare ulteriori questioni preliminari, ha evidenziato una irregolarità di notifica nei confronti della parte offesa - ovvero Mons. Cecchin - in quanto gli atti gli sarebbero stati notificati all’indirizzo della parrocchia di San Nicolò pur essendo lo stesso ormai residente da tempo a Milano, dopo il passaggio di consegne con monsignor Davide Milani. Il giudice quindi ha disposto un rinvio a giugno.
B.F.
© www.leccoonline.com - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco