• Sei il visitatore n° 191.024.229
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
Scritto Domenica 07 marzo 2021 alle 12:46

Lecco: un'impresa ogni 5 ha una gestione in rosa, 97esima piazza a livello nazionale


Otto marzo, festa della donna. In tale occasione la Camera di Commercio di Como e Lecco “celebra” - con la pubblicazione di un report dedicato – le lavoratrici ed in particolare le esponenti del gentil sesso che gestiscono imprese nell'area lariana. Nella nostra provincia sono 4.608 le aziende considerate “femminili”, pari al 20% del totale. Una su 5 insomma. Sono attive prevalentemente nel settore del commercio (1.164) che ancora primeggia pur avendo fatto registrare le perdite più significative nell'ultimo quinquennio in termini quantitativi, in quello dei servizi alla persona (634) e nei servizi finanziari, assicurativi e immobiliari (561) con il turismo e la ristorazione appena fuori dal podio (529). Occupano (sempre alla fine del 2020) complessivamente circa 12.300 addetti, dopo aver registrato una flessione di quasi 600 unità tra gennaio e settembre. In quello che verrà ricordato come un anno horribilis, l'impresa femminile in provincia  parrebbe aver comunque retto,
facendo registrare a dicembre un +86 realtà rispetto al 31.12.2019. L'incidenza delle società rosa sul totale fa conquistare a Lecco il 97esimo a livello nazionale e l'ottavo posto a livello regionale, lasciandoci alle spalle Como, Monza e Brianza e pure Milano, maglia nera in una Lombardia che, a questo giro, non svetta nemmeno nella graduatoria generale. Entro la 50esima piazza, infatti, c'è solo Sondrio (con il 24.2% di imprese rette da donne). Nelle prime posizioni vi è una forte concentrazione del comparto nel centro-sud: la classifica per peso delle imprese femminili è guidata così da Benevento con il 31,2%, seguita da Avellino e Chieti (rispettivamente 30,9% e 29,5%). Nelle prime 30 posizioni, le uniche province del nord sono La Spezia (26,7%) e Savona (25,4%).
In generale, dal 2016, il peso delle imprese “femminili” rispetto al totale, a livello italiano, è salito leggermente (dal 22,4% al 22,6%), grazie a una crescita delle aziende gestite da donne di oltre 11mila unità (+1%). In Lombardia la quota delle ditte “rosa” risulta in aumento: dal 19% di inizio 2016 al 19,5% di fine 2020 (oltre 3,7mila imprese in più: +2,4%). A Lecco, come detto, si è arrivati al 20,1%.  partendo dal 18.8%, per un concreto +143 realtà. Più marcato l'aumento sull'altro ramo del Lago. Como ha registrato infatti un + 4,6%, pari a + 360 unità attive con percentuale sul totale rimasta però più bassa della nostra (19,4%). 12.850 complessivamente le imprese dell'area lariana gestite da donne. Nel dettaglio – quanto alla forma giuridica – però solo il 36.5% opera come “società” (2.907 “di capitale”, 22,6%; 1.779 “di persone”, 13,9%); il 61,6% sono infatti “imprese individuale” (7.920 unità). A tal proposito le ditte comasche “femminili” sono mediamente più strutturate rispetto a quelle lecchesi: lo si evince dalle percentuali di imprese individuali, 60.6% contro il nostro 63.5%.

PER LEGGERE IL REPORT COMPLETO, CLICCA QUI
© www.leccoonline.com - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco