Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 159.211.675
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
Scritto Lunedì 08 marzo 2021 alle 10:15

IC Olginate: 'didattica asincrona' per le prime 3 classi della Primaria, la protesta dei genitori

La Dirigente Maria Pia Riva
Ha suscitato parecchi malumori la scelta della Dirigenza dell'Istituto Comprensivo di Olginate, Garlate e Valgreghentino - che pare un caso isolato in tutta la provincia - di organizzare fino al 14 marzo la DAD solo per le quarte e le quinte della Primaria, oltre che per la Secondaria di I grado, attivando per gli alunni più piccoli di prima, seconda e terza soltanto una cosiddetta "didattica asincrona": questa modalità, in sostanza, prevede solo un breve incontro online alla settimana, alla presenza dei genitori, con le restanti attività condotte tramite l'invio, da parte degli insegnanti, di lezioni e materiali che i bambini dovranno gestire in autonomia a casa, per poi ri-caricare eventuali compiti sull'apposita sezione del registro elettronico, come specificato in una circolare pubblicata nei giorni scorsi sul sito dell'Istituto.
Come dicevamo tali disposizioni, che resteranno in vigore almeno per tutta questa settimana, hanno scatenato diverse "proteste", con i genitori che, dopo essersi messi in contatto anche con il nuovo gruppo "La scuola è a scuola", hanno scritto una lettera alla Dirigente Maria Pia Riva, ai responsabili dei tre plessi e al Provveditorato di Lecco con la speranza - e la richiesta - che la decisione possa essere rivista quanto prima, per il bene dei piccoli studenti.
"Restiamo in attesa di una risposta in tempi celeri: se non saremo soddisfatti cercheremo altre strade" hanno fatto sapere alcuni firmatari. "La "didattica asincrona" è una proposta assolutamente insufficiente: poteva essere accettata a marzo dello scorso anno, in una situazione di emergenza improvvisa, ma di certo non adesso, quando si è avuto tutto il tempo di organizzare le lezioni nel migliore dei modi. Non vogliamo che i nostri figli stiano davanti al computer per cinque o sei ore al giorno, ma almeno che abbiano un'apparenza di normalità".
Amareggiati anche gli stessi amministratori comunali dei tre paesi, che non hanno particolarmente apprezzato la presa di posizione della Dirigenza, non compresa fino in fondo nelle sue motivazioni. Anche a Olginate, Garlate e Valgreghentino come nel resto del territorio, intanto, è stata garantita la possibilità agli alunni disabili e/o con bisogni educativi speciali di frequentare tuttora la scuola in presenza, dietro specifica richiesta.
© www.leccoonline.com - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco